«Venite, stanno spacciando ai giardini». La droga era nascosta in un albero: due denunciati

Un cittadino fa denunciare due stranieri ai Giardini Margherita. Il fatto è avvenuto nel pomeriggio del 28 settembre: la droga è stata trovata dagli agenti tra i rami di un albero

"Venite che stanno spacciando ai Giardini Margherita". È grazie alla segnalazione di un cittadino che la polizia ha denunciato due spacciatori che tranquillamente gestivano la loro attività illegale tra le panchine dei giardini vicino alla stazione. Gli agenti della squadra mobile, arrivati in pochi minuti sul posto nel pomeriggio del 23 settembre, hanno trovato nell'esatto luogo indicato dal piacentino due persone sedute su una panchina che armeggiavano con due buste piene di stupefacente. Le buste erano tenute e custodite in mezzo ad alcuni rami di una pianta, mentre alcuni clienti in piedi davanti a loro aspettavano di concludere gli affari.

Gli agenti sono quindi intervenuti e hanno bloccato i due spacciatori: si tratta di un nigeriano di 37 anni residente a Milano e un marocchino di 31 senza fissa dimora.  Entrambi avevano precedenti. I due probabilmente gestivano con successo un giro di spaccio ai giardini. In tutto la polizia ha sequestrato 40 grammi di sostanza stupefacente: 15 grammi di marijuana divisa in 13 dosi nella busta del nigeriano, 25 grammi di hascisc e una dose di cocaina nella busta del marocchino. Portati in questura sono stati denunciati per detenzione di droga ai fini di spaccio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento