Ventuno profughi a Besenzone, il sindaco: «Assurdo, sono il 10% della popolazione»

Ventuno richiedenti asilo sono arrivati nel piccolo comune di Besenzone nel pomeriggio del 7 luglio, il sindaco Garavelli: «La Prefettura mi ha avvertito il giorno prima, decisioni imposte dall'alto. Potrebbero nascere dei problemi». Rancan (Lega): «Una follia»

Le palazzine dove saranno ospitati i richiedenti asilo

Sarebbero 21 i richiedenti asilo arrivati a Besenzone nel tardo pomeriggio del 7 luglio; 4 nuclei familiari con 11 bambini. Gli stranieri saranno ospitati in alcuni appartamenti nel centro del piccolo paese della Valdarda che conta 250 persone, mille se si prendono in considerazione anche le frazioni. «Nella serata del 6 luglio mi hanno chiamato dalla Prefettura avvertendomi che il giorno dopo sarebbero arrivati questi profughi. I Comuni sono sempre gli ultimi a essere avvertiti, perché bypassati dalla procedura che prevede il contatto diretto tra il governatore e i gestori che hanno messo a disposizione strutture per l'accoglienza sul territorio», spiega il sindaco Luigi Garavelli. «Alloggeranno in alcuni appartamenti in una zona residenziale nuova del mio comune, e rispetto al numero di abitanti, ritengo che i profughi siano troppi. Potrebbero nascere alcuni problemi con la popolazione locale, sarebbero il 10% della popolazione. Dovrebbero essere 4 famiglie con almeno 11 bambini, ma come sempre, i sindaci sono gli ultimi a sapere e i primi a trovarsi ad affrontare poi nella pratica la gestione della permanenza dei richiedenti asilo sul proprio territorio. Io non li avrei voluti, ma il Prefetto esegue gli ordini impartiti dall'alto. E sono fondamentalmente queste procedure che io contesto». Anche il consigliere regionale della Lega Nord, Matteo Rancan, sul sul profilo Facebook, interviene sull'arrivo dei migranti: «Contro il volere dell'amministrazione comunale e per volere del governo e della Prefettura, Besenzone ospiterà queste persone. Va sempre peggio. Ci troviamo in uno Stato ladro che garantisce servizi a clandestini e non si occupa dei nostri giovani, anziani e disoccupati. In più questo edificio si trova in pieno centro paese. Zona che conta 250 abitanti. E' una vera follia»

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta dopo lo schianto contro il terrapieno, muore un uomo

  • Precipita dal sesto piano, muore un giovane

  • "Litigano" su Twitter, poi s’incontrano a Piacenza e ora convolano a nozze

  • Spostamenti tra regioni e viaggi: cosa si può fare (e cosa no) da oggi 3 giugno

  • Incastrato nell'auto ribaltata, grave incidente in via Colombo

  • Sbanda per una vespa nell'abitacolo e si schianta contro un terrapieno di cemento

Torna su
IlPiacenza è in caricamento