Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca Pontenure / Via Giuseppe Garibaldi

«Vi facciamo entrare in casa solo se vediamo i carabinieri». Anziani mettono in fuga due truffatori

Pontenure, in azione finiti tecnici dell'acqua per il controllo dei contatori. Il vicino di casa ha chiamato il 112

Tentativo di truffa fallito a Pontenure. Due sconosciuti hanno cercato di entrare in casa di due anziani per fantomatici controlli, ma i proprietari si sono insospettiti e si sono rifiutati.
Il copione è sempre lo stesso: il cartellino appeso alla giacca, i modi gentili, una millantata conoscenza per far cadere le ultime barriere e poi il furto, i ricordi di una vita che finiscono in una tasca e spariscono per sempre.
Questa volta, tuttavia, il finto tecnico dell’acqua e un suo complice che avevano preso di mira una coppia di anziani, sono stati costretti ad allontanarsi in tutta fretta, per la reazione – certamente inattesa – dei due che hanno capito di essere diventati un bersaglio.

L’episodio è accaduto la mattina del 26 agosto in via Garibaldi a Pontenure. Il malvivente, un uomo con cappellino e con tanto di cartellino fasullo appeso sulla giacca si è presentato alla porta dell’abitazione di una coppia di anziani, spacciandosi come un tecnico incaricato di controllare i contatori dell’acqua e del gas e che per farlo doveva entrare in casa. I due anziani, in totale buona fede, riferivano all’uomo che lo avrebbero fatto entrare in casa solo se ci fosse stata una guardia. Allora lo sconosciuto ha farfugliato qualche parola e ha chiamato il suo complice, che lo attendeva in macchina, il quale si spacciava per una guardia. Gli anziani non convinti si rifiutavano di far entrare in casa i due soggetti, ai quali non è rimasto altro che allontanarsi velocemente dall’abitazione a bordo di un’auto di colore grigio. Nel frattempo il vicino di casa dei due anziani, ha notato la scena e ha chiamato il 112. Sul posto è intervenuta la pattuglia della stazione di San Giorgio. 
«L’invito a tenere gli occhi aperti è rivolto a tutti - dicono i carabinieri - non solo alle persone anziane, sole o più a rischio. Per questo, prima di aprire la porta, meglio controllare dallo spioncino e, se si ha di fronte una persona mai vista, accertarsi della sua identità e qualifica. Non aprire agli sconosciuti e non farli entrare, soprattutto se si è soli. Non chiamare utenze telefoniche fornite da tali interlocutori, perché dall’altra parte potrebbe esserci un complice, ma chiamare il 112».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Vi facciamo entrare in casa solo se vediamo i carabinieri». Anziani mettono in fuga due truffatori

IlPiacenza è in caricamento