Via Bessone: prende a pugni l'amministratore di condominio per l'antenna sul tetto

Con il gran caldo di questi giorni la gente ha i nervi a fior di pelle, e si moltiplicano infatti le liti di condominio. Due gli episodi in città soltanto nelle ultime ore, che hanno richiesto l'intervento della polizia

Con il gran caldo di questi giorni la gente ha i nervi a fior di pelle, e si moltiplicano infatti le liti di condominio. Due gli episodi avvenuti in città soltanto nelle ultime ore e che hanno richiesto l'intervento della polizia.

VIA BESSONE - Il primo è di ieri pomeriggio dove la volante è intervenuta in una palazzina di via Bessone. Qui poco prima un piacentino di 42 anni ha preso a cazzotti in faccia l'amministratore di condominio, un piacentino di 76 anni. All'origine della lite c'era l'antenna parabolica installata sul tetto del palazzo, ma tra i due già da tempo non correva buon sangue sempre per questioni legate alla gestione del condominio. Nello specifico, stando a quanto ricostruito dalla polizia, ieri pomeriggio il 42enne aveva chiamato un antennista perché venisse a riparare la sua antenna parabolica sul tetto. L'amministratore però è andato su tutte le furie perché diceva di non essere stato avvertito. I due hanno iniziato a litigare violentemente sul pianerottolo, e l'inquilino, che sarebbe stato spinto dal 75enne, ha reagito sferrandogli due pugni in pieno volto. Nessuno per fortuna è rimasto ferito e gli agenti hanno rappacificato temporaneamente le due parti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIA SAN BARTOLOMEO - Ieri sera intervento analogo, per questioni di vicinato, in una palazzina di via San Bartolomeo. In questo caso a insultarsi pesantemente sono state due donne. Una 35enne originaria di Bergamo che veniva accusata dalla vicina di casa, un'ucraina di 37 anni, di tenere lo stereo a tutto volume in ogni orario della giornata. La straniera, stando a quanto riferito dall'altra agli agenti, andata su tutte le furie avrebbe preso a calci la sua porta di casa, obbligandola a chiedere aiuto al 113 per calmare la vicina inviperita. Gli agenti sono riusciti a calmare gli animi delle due donne. 12.37

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Ha una relazione con l'allieva, lei lo perseguita e lui la denuncia per stalking

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento