menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'auto dei ladri bloccata dalla polizia (foto Bisa)

L'auto dei ladri bloccata dalla polizia (foto Bisa)

Via Cella, la polizia spara all’auto dei ladri in fuga. Arrestati due romeni

Scene da film nella notte del 6 aprile in via Pietro Cella, dove due ladri romeni sono stati arrestati dalla polizia dopo aver tentato di investire in auto un agente. Gli uomini delle volanti hanno sparato all'auto dei ladri in fuga mandandoli fuori strada. In manette sono finiti due pluripregiudicati che avevano appena colpito in un'abitazione

Scene da film nella notte del 6 aprile in via Pietro Cella, dove due ladri romeni sono stati arrestati dalla polizia dopo aver tentato di investire in auto un agente. Gli uomini delle volanti hanno sparato all’auto dei ladri in fuga mandandoli fuori strada. In manette sono finiti due pluripregiudicati romeni di 34 e 35 anni, residenti da tempo a Piacenza, che avevano appena colpito in un’abitazione di via Cella. Devono rispondere di tentata rapina, tentato omicidio, furto in abitazione, ricettazione, porto di oggetti da scasso, resistenza e violenza, danneggiamento aggravato.

Tutto è accaduto intorno alle 4, quando i due stranieri sono penetrati all’interno di un’abitazione di via Cella dopo aver forzato la porta d’ingresso. In quel momento non c’era nessuno in casa, ma è scattato il sistema di allarme collegato ai telefoni dei proprietari e alle centrali di carabinieri e polizia.

Sul posto è subito intervenuta una volante della questura. Gli agenti sono scesi e, insieme ai proprietari - padre e figlio piacentini - hanno iniziato a dare un’occhiata all’esterno della casa notando subito i segni dell’intrusione appena avvenuta. Proprio in quel momento però da una via laterale è uscita a tutta velocità una Peugeot con a bordo due individui. L’auto, con una manovra brusca, ha subito tentato di investire un ispettore delle volanti fermo a bordo strada, ma che si è scansato appena in tempo, dopo essere stato colpito di striscio. Il sottufficiale, vista la situazione di pericolo, ha però avuto la prontezza di riflessi e il sangue freddo di estrarre l’arma d’ordinanza e di sparare contro la vettura che stava fuggendo a tutta velocità. L’auto ha percorso una decina di metri andandosi a schiantare all’angolo con via Scapuzzi, davanti all’ufficio postale.

I due romeni a bordo sono stati subito bloccati, ammanettati e portati sulla volante, ma uno di questi nel tentativo di resistere ha addirittura sfondato uno vetro della pattuglia con una testata. Alla fine sono stati portati in questura e arrestati. Nel frattempo sul posto, oltre al dirigente delle volanti, sono arrivati in supporto anche i carabinieri del Nucleo radiomobile, le guardie di Metronotte Piacenza, personale della polizia scientifica e della squadra mobile.
A bordo della Peugeot - risultata rubata a Piacenza - diversi arnesi da scasso e anche un estintore: un particolare, quest’ultimo, che ha subito fatto ricordare un episodio avvenuto pochi giorni fa in città, quando la polizia era stata fermata proprio con un estintore utilizzato da una Mercedes in fuga.

Soddisfatto il questore di Piacenza, Salvatore Arena: «I miei uomini non si tirano mai indietro nelle situazioni delicate. Anche stavolta hanno dismostrato grande professionalità e determinazione. Grazie all'allarme silenzioso collegato con le forze dell'ordine, la volante è intervenuta subito. La collaborazione del cittadino è stata fondamentale, e grazie anche alla collaborazione con i carabinieri e i metronotte. Si stratta in qusto caso di criminali che con determinazione hanno cercato di investire un agente. Noi ci siamo. Chiamateci sempre e denunciate sempre i reati».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento