"Se non fai quello che dico ti infetto con l'Hiv": così era ricattato un viado brasiliano

"Se non fai quello che dico ti infetto con l'Hiv": così era ricattato un viado brasiliano da un altro transessuale che pretendeva soldi e regali dall'amico

"Se non fai quello che ti dico e non mi dai dei soldi io ti infetto con l’Aids. E non provare a scappare perché ti vengo a cercare". Sono queste le minacce che un transessuale brasiliano di 32 anni utilizzava per tenere in scacco un viado connazionale di 27 anni che era stato fatto arrivare dal Sudamerica per prostituirsi, ma una volta scaduto il permesso di soggiorno per motivi di turismo è stato sfruttato dal connazionale che inizialmente lo aveva ospitato e si era dimostrato amichevole nei suoi confronti.

LO SFRUTTAMENTO - La vittima però è arrivata all'esasperazione, e alla fine ha deciso di rivolgersi ai carabinieri dell’Aliquota operativa di Piacenza. Le accuse con le quali è stato denunciato il 32enne sono favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, oltre che minacce.

Stando a quanto ricostruito dai carabinieri, qualche mese fa si era premurato di far arrivare dal Brasile il 27enne, che sarebbe venuto a Piacenza per prostituirsi nella zona di San Lazzaro, con l’aiuto del connazionale che gli avrebbe fornito ospitalità nella sua abitazione di sulla via Emilia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

LA MINACCIA DELL'HIV - Inizialmente le cose erano andate bene, fin quando però il permesso di soggiorno per motivi di turismo non è scaduto, trasformandolo in un clandestino. A questo punto quello che sembrava un amico è diventato all’improvviso uno sfruttatore, obbligando il più giovane a pagare una parte dei suoi guadagni sul marciapiede. Non solo ma - stando alla denuncia fatta dalla vittima davanti ai carabinieri - avrebbe preteso anche costosi regali. Il tutto dietro la minaccia di essere infettato con il virus dell’Hiv, visto che il 32enne è sieropositivo. Ma dopo qualche tempo il 27enne ha deciso di ribellarsi e di raccontare tutto ai carabinieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Come non sporcare la mascherina con il trucco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento