Via Marchetti, rapinato nella notte da due trans

Con uno stratagemma gli hanno sfilato prima 20, poi 50, infine 300 euro e poi si sono allontanati gettando le chiavi della sua auto in un fossato. È successo alle 2.30 della scorsa notte in via Marchetti

Il racconto della vittima e l'idea che se ne è fatta la polizia non combaciano perfettamente, tanto da far pensare ad uno screzio dovuto al mancato accordo sul pagamento di una prestazione.

Fatto sta che alle 2.35 della scorsa notte, gli agenti sono intervenuti in via Marchetti perchè un uomo, torinese residente a Cuneo, ha dichiarato di essere stato appena rapinato.

L'uomo, a bordo della sua auto, stava viaggiando sull'Emilia Parmense in direzione di Pontenure quando – secondo la sua versione dei fatti – una donna gli si è avvicinata e dal ciglio della strada gli ha chiesto di essere accompagnata a casa. La ragazza brasiliana, non sono passati che un centinaio di metri, ha iniziato a chiedergli 20 euro.
  Prima di andare via, gli hanno buttato le chiavi della macchina in un fossato  

L'uomo, allibito, ha esitato ma poi ha ceduto. Allora lei ha alzato la posta a 50 euro, ma il guidatore ha accostato la macchina nei pressi di un capannone dove, sempre secondo la sua versione, è stato raggiunto da un'altra donna. Con fare concitato, ha chiesto all'uomo di salire a bordo perchè l'avevano appena picchiata. Ancora più sorpreso, l'uomo si è distratto  il tempo necessario perchè la brasiliana seduta accanto a lui, sfilasse le chiavi dal quadro e le gettasse sul cruscotto.

Minacciato di essere picchiato, ha prima tentato di sottrarsi alla furia delle due donne e poi ha consegnato loro tutto il denaro che aveva (300 euro in contanti). Non essendo però riuscite a rubargli l'orologio e il portafogli, le due si sono allontanate, gettando le chiavi dell'auto in un fossato e poi salendo a bordo di un'auto che le aspettava nella notte.

La vittima ha dichiarato alla polizia di aver udito distintamente il motore di una macchina che si allontanava. Le due donne sono in realtà due transessuali: corporatura robusta, alti più o meno 1.80 e con le parrucche. Per questo motivo gli inquirenti pensano che la rapina sia stata una estrema conseguenza al mancato accordo sul prezzo di una eventuale prestazione sessuale.



Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Sbanda con l'auto e si ribalta, è grave

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento