rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
Il caso

Diffusione video della violenza sessuale, il Garante privacy avvia un’istruttoria

Verifiche per «accertare eventuali responsabilità da parte dei soggetti che a vario titolo e per finalità diverse vi hanno proceduto»

Diffusione del video della violenza sessuale, il Garante della privacy avvia un’istruttoria. La circolazione del filmato che testimonia la brutale aggressione avvenuta in strada nelle prime ore della mattina di domenica 21 agosto a Piacenza - divenuta un caso nazionale oltre che di un acceso dibattito politico - è anche all’attenzione del Garante per la protezione dei dati personali.

«Con riferimento alla diffusione del video relativo all’episodio di violenza sessuale di Piacenza – riporta la nota stampa pubblicato sul sito internet dell’Ente - il Garante per la protezione dei dati personali ha avviato un’istruttoria per accertare eventuali responsabilità da parte dei soggetti che a vario titolo e per finalità diverse vi hanno proceduto e avverte tutti i titolari del trattamento a verificare la sussistenza di idonee basi giuridiche legittimanti tale diffusione». «Il Garante – conclude - si riserva di adottare eventuali provvedimenti di sua competenza».

La pubblicazione del video dello stupro sui media è anche oggetto di verifiche anche da parte della Procura di Piacenza «trattandosi di fatto astrattamente riconducibile ad ipotesi di reato». 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Diffusione video della violenza sessuale, il Garante privacy avvia un’istruttoria

IlPiacenza è in caricamento