Cronaca

«Palpeggiò una ragazza in discoteca», lei chiede 200mila euro di danni

Avrebbe palpeggiato una donna in una discoteca nel gennaio 2011. Il 45enne si dichiara innocente, per la procura è violenza sessuale e la ragazza ha chiesto un maxi risarcimento di 200mila euro

Il tribunale di Piacenza

Un piacentino di 45 anni è stato rinviato a giudizio perchè avrebbe palpeggiato una 30enne in una discoteca del Piacentino, per la procura è violenza sessuale. Non solo, ci sarebbero anche tutta una serie di insulti che la ragazza si sarebbe sentita rivolgere. Per l'imputato nulla di ciò sarebbe successo: si dichiara innocente. Il 1 marzo è iniziato il processo. La ragazza si è costituita parte civile e chiede 200mila euro di risarcimento. Il fatto risale al gennaio 2011 durante una serata in discoteca, la donna ha affermato di essere stata molestata dal 45enne, a sostenere ciò anche un referto medico, il dottore è anche indicato nell'elenco dei testimoni dell'accusa. Il processo è stato rinviato al 27 marzo. (Da Libertà del 2 marzo 2012)

 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Palpeggiò una ragazza in discoteca», lei chiede 200mila euro di danni

IlPiacenza è in caricamento