Domenica, 21 Luglio 2024
In tribunale / Stazione

Finge di soccorrere una ragazza per strada e poi tenta di violentarla

I fatti risalgono al 2018 e sul banco degli imputati per violenza sessuale è finito un 55enne piacentino. All'epoca l'uomo era un netturbino che la notte della tentata violenza era in servizio

Aveva visto una giovane in lacrime litigare con il fidanzato, si sarebbe avvicinato per allontanare il ragazzo violento e poi però, riuscendo a stare solo con lei, avrebbe cercato di violentarla. I fatti risalgono al 2018 e sul banco degli imputati per violenza sessuale è finito un 55enne piacentino, difeso d’ufficio dall’avvocato Giuseppe Coiro e con alcuni precedenti penali specifici. Nella giornata del 19 maggio si è aperto il processo davanti al collegio presieduto dal giudice Stefano Brusati (a latere Camilla Milani e Alessandro Rago), sono stati acquisiti atti e la difesa ha prodotto una documentazione sanitaria circa le condizioni di salute estremamente precarie dell’imputato. Il processo è stato quindi aggiornato a gennaio 2023.

I fatti, come detto, risalgono al 2018. E’ luglio e l’uomo all’epoca era un netturbino (ad oggi non è più in servizio). E’ notte, sta lavorando e vede nei pressi del Burger King di viale Sant’Ambrogio una ragazza 20enne di origini cubane e il suo fidanzato. Stanno litigando molto animatamente e urlano, allora si intromette e allontana il giovane che se ne va infuriato. A quel punto i due sono soli e lui avrebbe tentato di approfittarsene. La tocca, la palpa, la tiene stretta per le braccia, poi la minaccia e tenta di abusarla. Lei riesce a divincolarsi e tenta la fuga. Un passante però nota tutto, chiama il 113 e la volante lo blocca pochi istanti dopo, successivamente poi sono partite le indagini coordinate dal pm Antonio Colonna, di lì il processo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finge di soccorrere una ragazza per strada e poi tenta di violentarla
IlPiacenza è in caricamento