Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

Violenze in famiglia senza fine, tre codici rossi in tre giorni

Per tre uomini disposto l’allontanamento dalle abitazioni. In tutti e tre i casi, le donne vittime di gravi minacce anche davanti ai figli. Non rientrerà a casa anche un piacentino già condannato in passato per maltrattamenti in famiglia

Non accennano a diminuire le segnalazioni di maltrattamenti in famiglia che fanno scattare il codice rosso, previsto dalla nuova legge sulle violenze tra le mura domestiche e le violenze sessuali. Nel fine settimana, in tre giorni sono stati attivati tre codici rossi. La procura ha disposto tre allontanamenti dalle abitazioni per altrettanti uomini: due stranieri e un piacentino.

A intervenire, in due casi, è stata la polizia che ha ascoltato le donne vittime per lo più di gravi minacce da parte dei rispettivi compagni. Poi, gli agenti hanno informato la procura e il sostituto procuratore Emilio Pisante ha fatto scattare gli allontanamenti.

Tutte le coppie sono fra i 30 e i 40 anni di età. Nei vari casi, c’erano già state le denunce delle donne. Nel caso di una coppia romena, l’uomo avrebbe minacciato la moglie davanti a un figlio minorenne.

In un’altra abitazione, un piacentino con problemi di tossicodipendenza è stato allontanato dopo aver minacciato di morte la donna con cui viveva. L’uomo, in passato, era già stato condannato per maltrattamenti, ma era stato riaccolto in casa. La vicenda si è svolta in un ambiente familiare difficile.

Ora, la procura dovrà vagliare le segnalazioni è stabilire se, oltre alle minacce, si siano verificati i maltrattamenti. Per il momento, nessuna delle tre donne avrebbe riportato lesioni, ma sarebbe rimasta vittima di atteggiamenti aggressivi e, soprattutto, delle minacce. Situazioni che generano paura, sconforto e tensioni nei nuclei familiari già provati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenze in famiglia senza fine, tre codici rossi in tre giorni

IlPiacenza è in caricamento