Workshop a Piacenza: "Il biometano nel mercato dell'autotrazione"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPiacenza

L’Italia è il terzo Paese al mondo per produzione di biogas 1.300 impianti a biogas agricolo. Il biometano è l’unico biocarburante italiano prodotto da matrice italiana. Tutte le più recenti analisi economiche sui mercati di sbocco del biometano individuano nell'autotrazione la destinazione più interessante e ambientalmente più virtuosa. Tuttavia un esame più approfondito rivela che i conti economici per i produttori di biometano sono molto condizionati dalle capacità di commercializzazione di questo prodotto su un mercato complesso e dominato da attori molto forti, come quello petrolifero.

Per aiutare a comprendere il funzionamento di questo mercato, Agroenergia, con il patrocinio di Federmetano, organizza il 13 novembre a Piacenza un seminario formativo dal titolo "Il biometano nel mercato dell'autotrazione". L' incontro metterà a fuoco le esperienze del mondo dei carburanti nell'ottica specifica del biometano, con interventi dei principali attori di questa filiera, dal settore della distribuzione e del trasporto del metano per autotrazione, alle società petrolifere.

L’appuntamento è per il 13 novembre presso l’Hotel Ovest a Piacenza. Il workshop ha posti limitati le iscrizioni si chiuderanno al raggiungimento dei posti disponibili e la quota di partecipazione al corso è di 100 euro iva inclusa, ridotta a 70 euro iva inclusa per gli associati a Dael-Distretto agroenergetico lombardo, Federmetano, Fiper, Consorzio Monviso Agroenergia.

«In Italia – dice Piero Mattirolo ad di Agroenergia e presidente del Consorzio distretto agroenergetico lombardo – siamo spesso abituati a guardare alle esperienze di paesi più avanzati, ma nel campo del gas e del biometano siamo nel drappello di testa. Le installazioni di biometano in altre parti del mondo sono spesso ancora di natura sperimentale o riguardano mercati con condizioni molto diverse dalle nostre; in Italia possiamo contare su infrastrutture veramente capillari. Quello che riusciremo a realizzare qui, in Italia, per il biometano il modo in cui sapremo far evolvere una rete e un parco automobilistico ben sviluppato verso una risorsa rinnovabile e pulita, farà scuola per il resto del mondo».
AdMil è una società dedicata ai servizi per le energie rinnovabili in agricoltura e alle tecnologie collegate, attiva da oltre 30 anni. I servizi, che offre sotto il marchio registrato Agroenergia, comprendono eventi di formazione e diffusione di conoscenze, studi di fattibilità, analisi strategiche.  AdMil partecipa anche a progetti di ricerca aventi per oggetto lo sviluppo di nuove tecnologie, al servizio delle agroenergie. Ha la sua sede operativa a Tortona (Al), all'interno del polo di Innovazione delle energie rinnovabili e del fotovoltaico.  Nel corso degli anni, AdMil ha organizzato eventi nel campo ambientale e, a partire dal 2007, in collaborazione con EnergEtica - distretto agroenergetico Italia Nord Ovest, ha dato vita a Mostra convegno agroenergia, un punto di riferimento per l'innovativo settore delle energie rinnovabili prodotte in agricoltura. Corsi e seminari di Agroenergia sono sistematicamente organizzati in tutta Italia, con un crescente impegno per lo sviluppo nelle aree del Centro Sud.

Torna su
IlPiacenza è in caricamento