Zandonella: «Metronotte Piacenza è un ingranaggio fondamentale del sistema sicurezza»

Tradizionale report annuale dell'istituto di vigilanza di Strada Coarsana a Palazzo Gotico. Premiate le guardie giurate che si sono distinte in servizio. Zilocchi: «La nostra missione è difendere al meglio i nostri clienti»

Le guardie giurate premiate

Più di trecento dipendenti, cinquecento contratti stipulati, settecento telecamere installate e duecento impianti di allarme forniti ai clienti solo nel 2018. Non solo, anche la creazione di sistema software che analizza tutti i tipi di reati per fascia oraria, modalità e luogo per fornire la massima difesa ai clienti. Questi alcuni numeri forniti da Metronotte Piacenza durante il tradizionale report annuale che si è svolto nel salone del Gotico nella mattinata del 12 dicembre. Nell'occasione sono state premiate anche 15  guardie che nell'anno si sono particolarmente distinte durante il servizio (Lupi Antonino, Grugni Matteo, Rapalli Gianluca, Gatti Andrea, Ferlito Giovanni, Volpe Pierluigi, Ferrari Luca Giuseppe, Di Cianni Luigi, Patrono Graziano, Gambazza Roberto, Tosini Fabrizio, Bosco Luigi, Rinaldi Pietro, Polli Massimo, Bertolotti Matteo. Premiato anche Alessandro Buratti che ha ricevuto  il brevetto di 10 anni anzianità di servizio alle dipendenze dell'istituto di vigilanza di strada Caorsana).  

«E' stato un anno molto importante per noi, compiamo dieci anni e abbiamo aumentato in modo importante il nostro fatturato. Per il IMG_4087-22019 l'obiettivo è continuare a crescere, infatti sono già in programma altre 20 assunzioni». Ha detto Gianpaolo Zilocchi. E ancora forti investimenti nella tecnologia: «Dobbiamo stare al passo con i criminali che evolvono sempre più velocemente e affinano le modalità di azione, abbiamo il dovere di difendere nel modo migliore i nostri clienti al massimo della professionilità, per questo continueremo a potenziare il nostro osservatorio sui reati». Nell'anno sono state assunte 185 persone (36 donne, 84 under 30, 37 over 50, 20 stranieri) per un totale di più di 300 dipendenti rispetto all'anno scorso che si arrivava a 170. Quasi 40mila gli eventi gestiti dalla centrale (4500 in più rispetto al 2017), 23.492 gli interventi, cinquanta pattuglie operative, 28 persone soccorse, 16 recapiti di medicinali urgenti e 21 soccorsi in incidente stradali. Non solo numeri che dimostrano un'elevatissima operatività ma anche presenza sul territorio con il sostegno allo sport (sci, volley, rugby, ciclismo, tennistavolo, calcio), alla cultura (mostre fotografiche, Basilica di Santa Maria di Campagna, La Grande Guerra, Pinacoteca di Brera,20181211-Notizie di reato_Piacenza-2 Salita al Pordenone), e alle manifestazioni (FIAIP, Venerdì Piacentini, Festa Nazionale dell’Arma del Genio, Silver Flag, Campionato Italiano Enduro). «Siete un ingranaggio fondamentale del meccanismo sicurezza. Ringrazio tutti gli uomini che giorno e notte lavorano per i propri clienti e anche per il  territorio», ha commentato l'assessore Luca Zandonella.  Ne hanno parlato Gianluigi Tedesco responsabile del personale, Massimiliano Bengalli Direttore Commerciale, il presidente Pietro Ercini, Gianpaolo Zilocchi titolare di Licenza di Pubblica Sicurezza, Giovanni Maini Responsabile Finanziario, Alberto Rizzerio Responsabile ingegnere responsabile IT, e Alessandro Centenari, premiato a sua volta per l'abnegazione dimostrata. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

Torna su
IlPiacenza è in caricamento