rotate-mobile
Cultura Ferriere

A Ferriere e dintorni è in distribuzione il numero pasquale di Montagna Nostra

E’ in distribuzione “Montagna Nostra” il bollettino vademecum edito dalla parrocchia di Ferriere; diretto da Paolo Labati e stampato da Ediprima. Le 108 pagine di questo numero spaziano nel territorio dell’alta val Nure, val d’Aveto, Ceno e Lardana e, secondo la linea editoriale che si è venuta sviluppando negli anni, sono attente alla vita della gente e alla sua memoria, alla cultura locale, alla specificità territoriale e alle sue piccole-grandi storie, senza per questo dimenticare che lo scopo primario di Montagna nostra è quello di aiutare a crescere nella fede, a diffondere e far comprendere l’insegnamento della Chiesa.

L’EDITORIALE: Ogni volta che sorge il sole è un giorno nuovo e, nonostante tutte le innovazioni tecnologiche, nessuno sa come arriverà la sera. Da poco è iniziato un nuovo anno e nessuno sa cosaci riserva ogni giorno. Ed è proprio questo nostro limite che ci fa sperare in momenti, giorni, mesi sempre migliori. Con fiducia e con tanta speranza che il Signore e le persone care che ci hanno preceduto non ci lascino soli sulle strade della vita di ogni giorno proseguiamo il nostro cammino nella certezza che dal cielo ci guidino e ci proteggano.

Da venti giorni l’Italia ha una nuova classe politica: l’augurio (per noi) che tutti gli eletti lavorino per il bene collettivo sentendosi impegnati a garantire anche ai montanari quei diritti fondamentali di giustizia, libertà, assistenza, lavoro, condizioni di vita e di reddito per vivere lo spirito della costituzione. Fra pochi mesi saremo anche chiamati nuovamente alle urne per il rinnovo della nostra amministrazione comunale.

La speranza è che i bisogni del territorio siano affrontati con determinazione come è stato fatto finora e soprattutto negli ultimi anni. Questi ultimi mesi sono stati caratterizzati anche da numerose “partenze”: amici, conoscenti, villeggianti, emigrati; il destino non ha risparmiato nessuna categoria. Guardiamo però con fiducia al futuro.

Buona Pasqua a tutti!

------

Dalle pagine interne della rivista proponiamo la prima parte dell’articolo “Per scaldarci il cuore” a firma Maurizio Caldini di Cattaragna:

Nevica. E non solo sotto la luce del lampione, mentre sto scrivendo. Ovunque. Giuro che non avrei proprio voluto parlare del tempo anche questa volta, ma dall’ultimo numero abbiamo purtroppo costatato gli effetti del “gelicidio” (ennesimo termine giornalistico di cui non si era mai sentito parlare prima) su una parte dei nostri boschi di castagni secolari. E anche di nevicate, per chi ha frequentato il nostro paese nelle ultime settimane, ce ne sono state un bel po’. L’ultima è in corso proprio in questi giorni e nel fine settimana scorso abbiamo assistito personalmente alla miscela tra vento e neve ghiacciata: una specie di tormenta che faceva volare la neve farinosa come fumo, depositandola in angoli dove normalmente non sarebbe mai arrivata.

Scrivo queste notizie a beneficio dei lettori che quest’inverno non si sono arrampicati su per i nostri tornanti, per trascorrere almeno il fine settimana a Cattaragna: così sapete cosa vi siete persi! A dire il vero, ci sono stati anche giorni di sole che hanno scaldato e illuminato i nostri paesaggi conosciuti, e cieli azzurri che non posso raccontarvi; mentre magari in città eravamo soffocati e quasi cancellati da nebbia e smog… quindi qualcosa ve lo siete perso davvero! ...

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Ferriere e dintorni è in distribuzione il numero pasquale di Montagna Nostra

IlPiacenza è in caricamento