A gennaio la seconda edizione del Festival della Cultura della Libertà dal tema “Nuove frontiere, nuove sfide”

Organizzato dall’Associazione dei Liberali Piacentini Luigi Einaudi in collaborazione con il quotidiano Il Foglio, Confedilizia, l’European Students for Liberty

“Nuove frontiere, nuove sfide”, questo il tema della seconda edizione del “Festival della cultura della libertà - Liberi di scegliere” in programma a Piacenza il 27 e 28 gennaio, organizzato dall’Associazione dei Liberali Piacentini Luigi Einaudi in collaborazione con il quotidiano Il Foglio, Confedilizia, l’European Students for Liberty (sponsor Sorgente Group e Camera di Commercio di Piacenza). Gli aironi stilizzati, simbolo del Festival, torneranno dunque a volare nelle splendide sale di Palazzo Galli, messo gentilmente a disposizione dalla Banca di Piacenza. Il direttore scientifico della manifestazione Carlo Lottieri è riuscito anche quest’anno a mettere insieme una formidabile squadra di relatori in grado di catturare l’attenzione di un pubblico che lo scorso anno - considerando il numero di intervenuti - aveva decretato il successo di un evento unico nel suo genere, dove ci si confronta sui principali temi nazionali e internazionali senza il “disturbo” del pensiero unico e del politicamente corretto.

I lavori sarano aperti sabato 27 gennaio alle 10,30, in Sala Panini, dai saluti e dall’introduzione con l’avvocato Corrado Sforza Fogliani, il sindaco di Piacenza, Patrizia Barbieri e il direttore de Il Foglio, Claudio Cerasa. A seguire (ore 11) la relazione del giornalista Oscar Giannino su “Difendere la proprietà. Come e perché”. Due le sessioni plenarie in Sala Panini: nella prima - sabato alle 18,30 - il sociologo dell’Università di Torino, Luca Ricolfi si soffermerà sul tema “Ripensare l’egualitarismo nel XXI secolo”, mentre Alfonso Celotto (docente di Diritto costituzionale e Diritto pubblico) parlerà a seguire de “L’età dei non diritti”; nella seconda, domenica alle 12,30, Lorenzo Infantino (sociologo della Luiss di Roma) terrà una lezione su “L’eredità di Friedrich A. von Hayek”. Nel corso delle due giornate verranno affrontati tanti temi d’attualità (bitcoin e blockchain, fondamentalismo e secolarizzazione, mediazione e arbitrato, Ogm e libertà d’impresa, Stato e spesa pubblica, crisi della Catalonia, immigrazione, liberalismo e bioetica, internet, fallimento del comunismo, editoria liberale) con relatori d’eccezione; tra gli altri, Pierluigi Magnaschi, Carlo Stagnaro, Luca Diotallevi, Giorgio Spaziani Testa, Giovanni Sallusti, Marco Valerio Lo Prete, Raimondo Cubeddu, Eugenio Somaini, Luciano Capone, Paola Peduzzi. Conclusioni affidate - domenica 28 gennaio alle 16,30 - a Corrado Sforza Fogliani a cui si deve l’idea di questo Festival, nata nelle stanze di via Borgognona a Roma, sede nazionale della Confedilizia.

Il programma completo del Festival

Sabato 27 gennaio 2018

SALA PANINI 10.30-11.00 Saluti e Introduzione: Corrado Sforza Fogliani, Patrizia Barbieri (sindaco di Piacenza) e Claudio Cerasa

11.00-11.30 RELAZIONE Oscar Giannino, “Difendere la proprietà. Come e perché”

11.30-13.00 Sessione I: “Bitcoin e blockchain. Ci attende una rivoluzione?” (Ferdinando M. Ametrano, Giovanni Birindelli e Alessandro Trentin)

PAUSA PRANZO SALA PANINI 15.00-16.30

Sessione II: “Fondamentalismo e secolarizzazione. Politica e religione nel nostro tempo” (Robi Ronza, Luca Diotallevi, Raimondo Cubeddu) Coffee-break 17.00-18.30

Sessione III: “Non solo giudici. Mediazione e arbitrato per risocializzare il diritto” (Carlo Lottieri, Stefano Moroni, Giorgio Spaziani Testa)

SALA VERDI 15.00-16.30 Sessione IV: “Ogm e libertà d’impresa” (Roberto Brazzale, Luciano Capone, Giorgio Fidenato) Coffee-break 17.00-18.30

Sessione V: “Esiste una strategia (realistica) per ridimensionare Stato e spesa pubblica?” (Pierluigi Magnaschi, Eugenio Somaini, Carlo Stagnaro)

SALA PANINI Sessione plenaria 18.30-19.00 RELAZIONE Luca Ricolfi, “Ripensare l’egualitarismo nel XXI secolo”

19.00-19.30 RELAZIONE Alfonso Celotto, “L’età dei non diritti”

19.30-20.00: Dario Fertilio, Michele Silenzi (Liberilibri) e Florindo Rubbettino (Rubbettino) presentano l’editoria liberale

Domenica 28 gennaio 2018

SALA PANINI 9.00-10.30 Sessione VI: “Tutti catalani? La crisi dello Stato nazionale” (Luigi Marco Bassani, Nicola Iannello, Paola Peduzzi) Coffee break 11.00-12.30 Sessione VII: “Immigrazione. Perché sì, perché no” (Marco Valerio Lo Prete, Paolo Luca Bernardini)

SALA VERDI 9.00-10.30 Sessione VIII: “La persona e la sua libertà. Il liberalismo di fronte alla bioetica” (Gilberto Corbellini, Andrea Favaro, Daniele Velo Dalbrenta)

Coffee break 11.00-12.30 Sessione IX: “Internet veicola libertà? Un dibattito molto aperto” (Sergio Belardinelli, Massimiliano Trovato) SALA PANINI Sessione plenaria 12.30-13.00 RELAZIONE Lorenzo Infantino: “L’eredità di Friedrich A. von Hayek”

PAUSA PRANZO

SALA PANINI 15.00-16.30 Sessione X: “Lenin, cent’anni dopo. Perché il comunismo è fallito” (Roberto Festa, Stefano Magni, Giovanni Sallusti)

16.30-17.00 Conclusioni (Corrado Sforza Fogliani)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

  • Animale sulla strada, si ribalta con l'auto in un campo: ferito

Torna su
IlPiacenza è in caricamento