Anche i fogli matricolari dei militari italiani in Russia esposti alla mostra di Palazzo Galli

Anche l’Archivio di Stato di Piacenza darà il suo contributo alla riuscita della mostra, organizzata dalla Banca di Piacenza e curata dal giornalista RAI Stefano Mensurati, intitolata “La tragedia dimenticata – Gli italiani di Crimea

Anche l’Archivio di Stato di Piacenza - che conserva gli archivi storici degli uffici statali della provincia di Piacenza e ogni altro archivio o raccolta documentaria di importanza storica – darà il suo contributo alla riuscita della mostra, organizzata dalla Banca di Piacenza e curata dal giornalista RAI Stefano Mensurati, intitolata “La tragedia dimenticata – Gli italiani di Crimea”. Già a partire dall’inaugurazione (sabato prossimo 29 ottobre, alle 10.30, nel Salone dei Depositanti di Palazzo Galli) – e per tutta la durata della mostra, che si concluderà venerdì 4 novembre - i visitatori potranno visionare i ruoli matricolari di alcuni militari piacentini – tutti classe 1921 - partiti, nel corso della Seconda guerra mondiale, per combattere sul fronterusso. I predetti documenti, provenienti dal Fondo Distretto Militare di Piacenza, contengono informazioniinerenti la data di incorporazione, congedo, corpo di appartenenza e numero di matricola, nonché una descrizione fisica del soggetto e sue caratteristiche particolari. Chiunque volesse avere ulteriori notizie sui soldati della leva del 1921 o visionare altri fogli matricolari di interesse, può rivolgersi al personale in mostra fornendo i dati necessari per le ricerche. Si ricorda che l’inaugurazione sarà riservata alle Autorità e agli interessati che si segnaleranno all’indirizzo email relaz.esterne@bancadipiacenza.it o al tel. 0523 542357.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento