Benemerenza “Piacenza Primogenita d’Italia”, entro il 31 gennaio le candidature

L’Amministrazione comunale ricorda che devono essere formalizzate entro il 31 gennaio prossimo le candidature

don Giorgio Bosini premiato nel 2017

L’Amministrazione comunale ricorda che devono essere formalizzate entro il 31 gennaio prossimo – scrivendo a gabinetto.sindaco@comune.piacenza.it – le candidature per il conferimento della Benemerenza civica “Piacenza Primogenita d’Italia”. Le proposte di attribuzione possono essere avanzate, come prevede il Regolamento, dal sindaco stesso o da almeno un terzo dei consiglieri comunali, nonché da enti, associazioni, comitati e organismi di partecipazione attivi sul territorio. Il riconoscimento può essere concesso a cittadini italiani o stranieri (anche alla memoria), così come a sodalizi o istituzioni di vario genere, che si siano distinti per il significativo apporto al miglioramento della qualità della vita e della convivenza sociale, grazie all’impegno professionale, nell’assistenza ai bisognosi, nel volontariato, in  ambito culturale, politico o amministrativo. Le proposte ricevute – corredate di biografia, motivazioni e ogni altra indicazione utile – saranno sottoposte alla valutazione della Commissione appositamente costituita. L’onorificenza, attribuita nel 2014 all’Associazione nazionale Alpini, nel 2015 ad Africa Mission – Cooperazione e Sviluppo, nel 2016 alla professoressa Anna Braghieri e nel 2017 a don Giorgio Bosini, viene conferita il 10 maggio di ogni anno, in occasione della ricorrenza che celebra Piacenza “Primogenita d’Italia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento