Concorso di poesia Valtidoncello, aperte le iscrizioni alla 31esima edizione

È aperto il bando per la partecipazione all’edizione 2019: presentazione opere entro il 31 luglio. Il regolamento

Il Premio di poesia Valtidoncello ha aperto per il 31esimo anno consecutivo le porte ai suoi concorrenti. E già i componimenti bussano alle porte per essere ascoltati e valutati. Ma per partecipare alla gara c’è tempo ancora un mese e mezzo abbondante prima che scada il termine per la presentazione delle opere: mercoledì 31 luglio.
Domenica 8 settembre la cerimonia di premiazione nel verde del parco comunale di Pecorara dalle 15; nel teatrino parrocchiale in caso di maltempo.
Il concorso letterario a più alta quota di tutto il Piacentino (dato che si svolge a Pecorara, a 471 metri) viene organizzato da quand’è nato dalla Pro Loco di Pecorara e dal Comune (ora il Comune di Alta Val Tidone) col sostegno della Banca di Piacenza e della Parrocchia, che gli sono sempre stati al fianco. E che sono così strettamente vicini e legati al territorio che più di loro non ce ne sono. E qui non si può non ricordare la figura di don Angelo Villa che è stato per tanti anni affettuosamente collaborativo col concorso e che non solo il paese ma tutta la valle ha perso di recente. 
Previste come è tradizione due sezioni: adulti e ragazzi fino a 16 anni compiuti, che possono partecipare con una o due composizioni inedite in italiano, battute a macchina, che dovranno essere inviate alla segreteria del concorso presso il Comune Alta Val Tidone (mail: info@comunealtavaltidone.pc.it), oppure alla Pro Loco di Pecorara (29031) in via Veneto 2/A. Non è richiesta alcuna tassa di lettura. Il “Valtidoncello” da sempre non chiede soldi e non ne dà. Al vincitore va una targa, ai segnalati un diploma. Ecco la paga per il piacere di aver disinteressatamente scritto qualcosa di disinteressatamente piaciuto.
Fra i concorrenti adulti sarà selezionata una rosa di 10 finalisti, fra cui la commissione giudicatrice sceglierà – in diretta, pubblicamente, sotto gli occhi e le orecchie di tutti, con la lettura dei loro versi - il vincitore; gli altri 9 saranno segnalati a pari merito. L’anno scorso – l’edizione del trentennale – il trofeo del “Valtidoncello” è stato assegnato a Simona Guglielmetti di Castelsangiovanni per una lirica – breve ma intensa - che ha fatto breccia non solo nella giuria ma anche nel pubblico: “A me rimangono i piatti”.
Nella sezione giovani intitolata ad Andrea Di Muzio saranno premiati ex aequo gli autori delle cinque composizioni giudicate migliori. Nella passata edizione però il premio è andato alla sola Vittoria Prazzoli di Borgonovo.
Alla guida della manifestazione letteraria nell’alto regno del Tidoncello è tornato dalla scorsa edizione Umberto Fava, che già come presidente della commissione giudicatrice aveva coperto l’incarico per 24 anni: dal 1989, ossia dalla nascita del concorso, poi lasciato nel 2012.   
Per ulteriori informazioni: Pro Loco di Pecorara, presidente Cristina Mussetti, 0523 999600; Lionello Pollachini 347 465 2319. Inoltre sito internet del Comune di Alta Val Tidone, riferimento  telefonico dell’ufficio preposto 0523 993701, e pagina Facebook, Concorso di poesia Valtidoncello.
Dopo l’emozione del gran finale con la lettura dei testi, il verdetto della giuria e la consegna dei premi, il piacere di brindare insieme nel corso di un amichevole rinfresco che concluderà il pomeriggio nel piacevole sottosera settembrino. Come vuole la tradizione. E siano benedette le buone tradizioni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Annega nel Po per salvare il suo cane finito in acqua

  • Identificato l'operaio ucciso dal crollo di un silos. Forse il cedimento di un sostegno la causa della tragedia

  • Crolla un silos, 50enne muore schiacciato

  • Altoè, 55enne muore alla guida dell'auto

  • Famiglia piacentina coinvolta in un incidente a Bolzano, grave un bambino

  • Caso Levante, spuntano nuovi indagati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento