rotate-mobile
Cultura

Il 7 aprile per la Giornata mondiale della salute si parla di recupero dalla depressione

Il ciclo di cinque convegni “Educazione alla salute-dialogo con la città” promosso dalla Fondazione di Piacenza e Vigevanonel salone d’onore di palazzo Rota Pisaroni ( via S.Eufemia 13) prosegue il 7 aprile alle ore 17 con la conferenza del professor  Manfredi Saginario “ La depressione ieri, oggi, domani”, cheè stata presentata alla stampa nell’aula del Consiglio comunale di Piacenza dal dottor Carlo Mistraletti storico primario di Medicina e Geriatria,con il dottor Antonio Saginario, dirigente psichiatra del Dipartimento di Salute Mentale dell’ Ausl. 

Proprioil 7 aprile l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) celebra ogni anno il World HealthDay, la Giornata mondiale della salute, quest’anno dedicato a questo disturbo dell’umore con lo slogan 'Depressione: parliamone'. La depressione,hanno anticipato Mistraletti e Saginario, è una malattia che può colpire chiunque, ma che può essere prevenuta e trattata. Nel mondo ne soffrono circa 350 milioni di persone, non solo anziani, ed è un problema in costante aumento con crescita mondiale di quasi il 20% in dieci anni.Malattia nascosta e insidiosa, si manifesta con sintomi come costante tristezza, disinteresse nelle attività e scarsa stima di sé, accompagnati spesso da perdita ( o aumento) dell’ appetito, sonno disturbato, apatia e poca concentrazione.

L'obiettivo è far sì che sempre più persone vivano in modo da non esserne vittime, o eventualmente chiedano e ricevano aiuto. Una sua migliore comprensione, su come possa essere prevenuta e trattata, può essere di determinante aiuto. La depressione colpisce persone di tutte le età e, nei casi peggiori, può persino condurre al suicidio, che è la seconda causa di morte tra i 15 e 29 anni. E’ inoltre in stretta correlazione con le dipendenze da abuso di droghe, alcool, analgesici oppioidi, ma anche forme degenerative come l’Alzheimer, il Parkinson e le forme tumorali.

Fattore fondamentale per il recupero è parlarne: lo stigma che circonda la malattia mentale, depressione inclusa, rimane una barriera che impedisce alle persone che ne soffrono, di tutto il mondo, di cercare aiuto. Interessante è anche indagare nei rapporti fra natura, cultura, ambiente e stili di vita. Fra gli interventi preordinati, prima del dibattito, si è aggiunto il giovane pediatra milanese- piacentino Gregorio Milani

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il 7 aprile per la Giornata mondiale della salute si parla di recupero dalla depressione

IlPiacenza è in caricamento