In “Famiglia” serata musicale-letteraria con Bussi-Brahms, Fava, Pareti e gli allievi del Nicolini

Venerdì 29 settembre la Famiglia Piasinteina inaugurerà il nuovo anno di attività con una serata di notevole significato culturale

Venerdì 29 settembre la Famiglia Piasinteina inaugurerà il nuovo anno di attività con una serata di notevole significato culturale: una serata d’onore per il prof. Francesco Bussi, il musicologo concittadino che ha dedicato la sua vita alla grande musica e allo studio dei grandi musicisti, fra cui il prediletto Johannes Brahms. Per l’occasione verrà presentato il volumetto “Conversazione con Bussi – Conversazione con Brahms” curato da Umberto Fava, che raccoglie una lunga intervista al professore e che riflette – in una illuminante sintesi – il volto, la voce, il cuore di Francesco Bussi coi suoi magnifici 90 anni, i suoi libri, la passione per lo studio e il lavoro, la sua ricca personalità, ma anche i ricordi, le stagioni alla Scala, la sua lunga attività di critico musicale, insomma le grandi e piccole cose di una vita, gli affetti familiari, le emozioni, gli entusiasmi, il successo confermato anche dai giudizi di prestigiosi personaggi del mondo musicale, ed anche – in casa nostra – dall’assegnazione, come si ricorderà, del Sant’Antonino d’oro e dalla proclamazione di Piacentino Benemerito, questa ad opera proprio della Famiglia Piasinteina. 

In suo onore ci sarà anche un momento musicale in cui due allievi del Conservatorio Nicolini, Valentina Pennisi e Luca Casana, gli dedicheranno brani, naturalmente del grande Brahms, il genio di Amburgo di cui Bussi ha raccontato a lungo le meraviglie e l’irresistibile fascinazione in ben cinque libri (tutti editi dall’autorevole Libreria Musicale Italiana di Lucca), di cui il più recente è “Il Brahms ritrovato”, quello delle composizioni sacre e profane polifoniche a cappella, che Fava definisce “la quinta sinfonia” di Bussi intonata all’amato compositore tedesco.

Venerdì alla Famiglia Piasinteina ci saranno con Bussi e Fava anche il razdur Danilo Anelli che ha firmato la Presentazione del volumetto, e Stefano Pareti che già in passato era stato col musicologo e con il giornalista impegnato in Famiglia in una serata musicale-letteraria. Si comincia alle 21, in via San Giovanni 7, ad ingresso libero. Per chi lo desidera, sarà a disposizione “Conversazione con Bussi – Conversazione con Brahms” (72 pagine, 7 euro), che Fava conclude con “una decentissima proposta: se io fossi il sindaco di Piacenza, per il compleanno di Francesco Bussi gli regalerei un concerto. Naturalmente di Brahms, naturalmente al Municipale. Magari musiche per 90 minuti, quanti i suoi anni”. Poi in appendice un omaggio con cui “Umberto Fava dedica con stima ed affetto a Francesco Bussi e al suo grande Brahms il suo piccolo Johannes”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento