L’umorismo ebraico al centro della Giornata Europea della Cultura Ebraica

L'umorismo ebraico, il witz, è stato al centro della Giornata della Cultura Ebraica che si è celebrata a Fiorenzuola, con gli interventi di Mario Magnelli, Magda Censi e Alfonso Setti, di Italia Nostra, che ha guidato i presenti a una visita al cimitero ebraico

Un momento della celebrazione al cimitero ebraico

L’umorismo ebraico, il witz, è stato al centro della Giornata della Cultura Ebraica che si è celebrata il 2 settembre a Fiorenzuola, con gli interventi di Mario Magnelli, neopreside dell’Istituto Comprensivo di Fiorenzuola, Magda Censi, rappresentante del Centro Italiano per la pace in Medio Oriente e Alfonso Setti, di Italia Nostra, che ha guidato i presenti a una visita al cimitero ebraico.  

Il cimitero ebraico, riaperto per l’occasione, ha fatto anche da cornice alla mostra promossa da Italia Nostra Fiorenzuola-Valdarda, alle letture in tema proposte dal presidente dell’associazione Luigi Ragazzi, dalla vicepreside dell’Istituto Comprensivo di Fiorenzuola Giovanna Guarnotta e da Fiorenza Rossi, dell’ufficio Cultura del Comune di Fiorenzuola, e alla musica di Anna Maria Russo e Antonio Morandini.  «Il witz – ha spiegato Ragazzi - ha rappresentato per gli ebrei una via di fuga alle frequenti persecuzioni, un antidoto al dolore e al clima di ostilità con il quale spesso si sono trovati a fare i conti. Ma anche una maschera che gli artisti e gli intellettuali ebrei hanno indossato per favorire la loro affermazione nella cultura americana». 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’assessore all’Ambiente del Comune di Fiorenzuola Sara Felloni ha messo l’accento sull’importanza delle cultura ebraica nel contesto della storia italiana, mentre l’assessore alla Cultura Augusto Bottioni ha sottolineato come la diversità rappresenta un valore che avvicina alla verità, una continua fonte di arricchimento per la persona.  «Tutti noi – ha affermato Bottioni – siamo in fondo il frutto di una mescolanza di razze e culture diverse. Senza scordare il contributo fondamentale che gli ebrei hanno portato al Risorgimento e alla Resistenza».  Ringraziando gli organizzatori dell’evento per l’invito, Mario Magnelli ha infine ricordato come spesso l’umorismo porti in sé il sapore dell’autentica libertà. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Ha una relazione con l'allieva, lei lo perseguita e lui la denuncia per stalking

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento