Le Stagnotte: “Ci lega da sempre la passione per il teatro”

Due registe, Sara e Cristina, scenografie studiate da tutto il gruppo. Sono Le Stagnotte, unico gruppo teatrale di Piacenza, formato da sole donne. Sara: “Da tempo libero che doveva essere, abbiamo visto poi che ci occupa tantissimo”. Ma insieme, si trovano bene

Sara e Cristina
Il nostro gruppo nasce da un'amicizia fra Sara Marenghi e Cristina Spelta. Ci siamo conosciute ad un laboratorio teatrale. Ci ha sempre legato la passione per il teatro. Abbiamo creato Le Stagnotte nel 1996, dal 2000 lavoriamo intensamente, anche se siamo una compagnia amatoriale. Adesso il gruppo è formato da 12 donne, provenienti da diverse esperienze: da semplice appassionate, a danzatrici e attrici con esperienze professionali alle spalle.
  Ci troviamo bene insieme, il difficile invece è trovare dei testi che coinvolgano solo donne  

È un caso che il gruppo sia formato da sole donne?

Nasce un po per caso, sì. Poi ci siamo accorte di essere l'unico gruppo teatrale piacentino di sole donne. Ci troviamo bene insieme, il difficile invece è trovare dei testi che coinvolgano solo donne. Dalla nostra abbiamo Cristina, che cura la drammaturgia, sceglie e scrive i testi per noi. Sono tutti brani originali, scritti da lei o da scrittori piacentini con cui abbiamo collaborato. Spesso, però, i nostri spettacoli nascono da improvvisazioni: come Orme, sulle tematiche delle donne o Volo libero, sull'affido familiare. Sono i grandi temi affidatici ad esempio dai Comuni o dagli Enti, sui quali poi noi costruiamo la drammaturgia, studiando e improvvisando.

Come mai, proprio Le Stagnotte?

Il nome? (Ride). Deriva dal dialetto piacentino, che significa qualcosa di piccolo e sodo, come gli anolini, tipico piatto della nostra tradizione. Le Stagnotte, sono un po' la nostra connotazione fisica: sia io che Cristina siamo piccole e tondette... insomma, delle Stagnotte!

Il vostro ultimo spettacolo, La Mia Storia, andrà in scena domani


Abbiamo lavorato sulla base di testi di partigiane piacentine, al Museo della resistenza di Piacenza e ne abbiamo scelte 4. Sono letture, accompagnate dal gruppo musicale Sonnenbrille (Davide Cignatta e Renato Podestà) che reinterpreterà alcuni canti popolari alternandoli a canzoni più recenti. Parole musica immagini, fuse insieme per portare in scena il contributo che le donne hanno saputo dare alla lotta partigiana e alla Resistenza.


Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore a 29 anni travolto da un furgone pirata

  • Un 28enne di Cadeo la vittima del tragico incidente a San Giorgio. E' caccia al furgone bianco

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento