rotate-mobile
Cultura

«Piacenza città riservata, autocritica, ridente nell’intimo»

Riflessioni a più voci a Biffi Arte per la presentazione del 18esimo numero de l’Urtiga

La rilettura dei luoghi, delle società e dei suoi protagonisti, la cronaca dei fatti che si sono succeduti in un passato, anche recente, aiuti a illuminare il tempo che stiamo vivendo e la conoscenza dell’identità territoriale, specie quando gli argomenti sono presentati da studiosi e giornalisti che uniscono alla professionalità tanta passione per il loro lavoro. Tra le pubblicazioni e le riviste di storia locale che si distinguono per la continuità e la qualità delle loro proposte, un posto di rilievo lo occupa “l’Urtiga” il quaderno di cultura piacentina ideato dal compianto professore Luigi Paraboschi, dall’editore Romano Gobbi e dal giornalista Ippolito Negri, il quale in tandem con il capo redattore di Libertà Giorgio Lambri, ha presentato il 18esimo numero della rivista nella affollata sala conferenze della Galleria Biffi Arte, conversando sul tema “Piacenza è una città triste”, tesi sostenuta dal 66% delle persone che avevano risposto al quesito proposto dal quotidiano Libertà. Opposta, pur con qualche diversa sfumatura, l’opinione di Negri e Lambri: alla nostra città sono più coerenti le definizioni “assorta e riservata”; presenta una faccia che può apparire malinconica ma nel suo intimo è ridente. Sul tema non aggiungiamo altro per non togliere il piacere di leggere nella sua interezza “il Lambri-pensiero” nelle prime pagine de l’Urtiga.

Nella seconda parte della presentazione Giorgio Picchioni ha conversato con Valentino Matti dell’Associazione La Val Tidone e con Giovannella Fugazza titolare dell’azienda vitivinicola Castello di Luzzano – “Piacenza non è triste, semmai riflessiva e autocritica”- che ha illustrato i vini della sua azienda tra i quali spicca la Malvasia di Candia Aromatica. Parte della vigna è stata ricostruita grazie al ritrovamento di materiale organico che ha permesso di risalire al vitigno coltivato da Leonardo da Vinci. Per gli intervenuti a Biffi Arte, anche il privilegio di una degustazione guidata dal sommelier internazionale A.I.S. Giovanni Derba, al dolce, secco e frizzante “bianco”, magico testimone della preferenza vinicola del grande Genio italiano.

L’URTIGA N. 18- anno 2018. 

Il sommario

11 Ai lettori 

13 La mia Piacenza malinconica, assorta non triste di Giorgio Lambri 

15 Quando si ricorre all'arte solo per riempire spazi nell'era del marketing culturale e della promozione di Eugenio Gazzola 

29 Alessio Tramello architetto di Piacenza (1470-1529), di Valeria Poli 

39 Il diaframma verde tra ferrovia e cuore della città, "Villa Costa", il giardino dedicato alla regina di Elena Montanari 

45 A Piacenza, un importante dipinto di Aert Mytens, maestro fiammingo della pittura a "lume di candela" di Marco Horak 

51 Le antiche sepolture nella Basilica di Sant'Antonino. Un segreto ancora ben custodito di Mario Acquabona 

59 Gregorio X e l'elezione dei Pontefici. Le regole dettate dal Papa piacentino di Giacomo Scaramuzza 

62 La Vignetta di Vignola di Adriano Vignola 

63 La scomparsa di Sant'Agnese di Fabio Atzeni (a cura di Gigi Rizzi) 

73 Il Palazzo Comunale simbolo del risorgimento di Piacenza di Valeria Poli 

81 "Scozzesi a Piacenza" scrigno di notizie (anche bobbiesi), di Corrado Sforza Fogliani 

83 Piacenza che scompare, in via Legnano ha chiuso l'antica Farmacia tre pecch (1309), di Antonio Corvi 

86 Pubblicità 1924 

87 La Sezione piacentina della Società Umanitaria (1907 - 1924), di Luigi Montanari 

99 Quando la patria chiama. Da Groppo Ducale nelle guerre risorgimentali di Maurizio Cordani 

107 "Tiravano a salve come si tira al bersaglio". Adua vista da Alessandro Marazzani Visconti Terzi, di lppolito Negri 

113 La spia della III Classe, di Filippo Lombardi 

121 Brigata Piacenza a Nervesa: l'attendente cauto "non abbiamo partecipato a niente", di Ippolito Negri 

129 Il "processo" a carico di don Giuseppe Borea, di Corrado Sforza Fogliani 

143 Strane coincidenze mortali post 25 aprile 1945, di Cesare Zilocchi 

147 Quattro case lungo il Nure e nacque un paese. I primi centocinquant'anni di Farini, di Claudio Gallini

153 La testimonianza di Emilio Toscani tenace difensore del fragile Appennino, di Franco Toscani

155 Orsi leggendari e orsanti della val Ceno. Tra "bufale" e tradizioni etnografiche, di Giovanni Pacella 

158 Stemmi comunali piacentini: Bettola di Sandro Ballerini 

159 Compie novant'anni il Circolo dell'Unione, angolo riservato e discreto su Piazza Cavalli, di Ippolito Negri 

163 La questione ortografica piacentina. In principio fu il Foresti, di Andrea Bergonzi 

177 Ricordi di vita salesiana a Lugagnano, di Franco Lombardi 

185 La cartella. Storia vera in un quartiere che stava nascendo, di Mario Gioia 

191 Gastronomia nelle sagre paesane, di Bruno Missieri 

197 Distintivi della Scuola Convitto Infermiere Professionali degli Ospizi Civili di Piacenza, di Filippo Lombardi 

201 Piacenza in libreria, a  cura di Renato Passerini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Piacenza città riservata, autocritica, ridente nell’intimo»

IlPiacenza è in caricamento