Po, Danubio e Douro: da Piacenza una proposta di gemellaggio

A conclusione del convegno internazionale Bilog-Logistics e Maritime Forum, a Piacenza Expo dei giorni scorsi è nato l’impegno a promuovere un gemellaggio virtuoso fra grandi fiumi europei

A conclusione del convegno internazionale Bilog-Logistics e Maritime Forum, a Piacenza Expo dei giorni scorsi è nato l’impegno a promuovere un gemellaggio virtuoso fra grandi fiumi europei.   Al termine della interessante sessione su “Le vie fluviali” moderata dal portoghese José Anselmo il  16 febbraio, il piacentino Carlo Mistraletti, anche a nome di esponenti cremonesi e Ivano Galvani di Viadana che ha parlato degli storici progetti interregionali per la navigazione interna nel nord Italia, ha proposto un gemellaggio ecologico e produttivo fra i più importanti fiumi europei. In particolare del più grande fiume italiano il Po e il più grande europeo, il Danubio illustrato dall’austriaco Michael Fastenbauer, attento non solo ai fattori di sviluppo ma altresì ai mezzi di trasporto rispettosi dell’ambiente. Attraente e ben “amministrato” anche il fiume Douro, lungo 208 chilometri tra Portogallo e Spagna, vigilato pur nell’intensa navigazione. E’ stato presentato con vivaci immagini da Raquel Sofia Maia da vari punti di vista, sottolineando l’importanza della valutazione di impatto ambientale, entro i Ris (River Information Services).La proposta è stata molto apprezzata  dal moderatore della giornata José Anselmo di Cascais, veterano commissario europeo, che ha caldeggiato iniziative concrete e integrate entro i corridoi europei.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Il divieto di spostamento tra comuni non piace a nessuno: «Così non potranno vedersi genitori e figli»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento