Restaurata la "Sacra Famiglia" di Ghittoni in memoria di Stefano Fugazza

Un'importante opera verrà "restituita" alla città in memoria di Stefano Fugazza, ex direttore della Ricci Oddi scomparso lo scorso anno: la "Sacra Famiglia" di Ghittoni. Sabato alla Ricci Oddi l'inaugurazione. Le immagini

sacra-famiglia_ghittoniLa famiglia di Nazareth all'aperto, sull'uscio di casa e sul campo di lavoro. Il sole è da poco tramontato, e le tre figure sono intorno a un desco con poche, umili, pietanze. Sono in piedi e pregano. E' questa la composizione di un'importante opera del pittore piacentino Francesco Ghittoni (1855-1928), "Sacra Famiglia", che domani l'altro, sabato 22 maggio alle 16 verrà presentata restaurata al pubblico alla galleria d'arte moderna Ricci Oddi di via San Siro.

UN'IDEA DI STEFANO FUGAZZA - Il restauro è stato realizzato con un finanziamento da parte del Rotary Club Piacenza in memoria di Stefano Fugazza, rotariano ed ex presidente della Ricci Oddi, scomparso un anno fa. Fu proprio il professor Fugazza, due anni fa, nel corso della sua presidenza rotariana, ad avere l'idea del restauro del quadro, "senza vita" e "dimenticato" nella chiesa di San Sepolcro. Ne parlò con la restauratrice Silvia Ottolini, ma il corso della malattia purtroppo fece abbandonare il progetto. Idea, però, "recuperata" da altri consiglieri del Club, in particolare dal professor Domenico Ferrari, che hanno deciso di finanziare il restauro voluto da Fugazza e dedicarlo alla sua memoria.

LE DIFFICOLTA' - Il lavoro è stato illustrato questa mattina nel corso di una conferenza stampa alla presenza del presidente della galleria Vittorio Anelli. L'opera è del 1898. Il restauro è durato più di 4 mesi. "E' stato un lavoro tecnicamente molto difficile - spiega la restauratrice Ottolini -, il dipinto si presentava totalmente offuscato dal nerofumo delle candele presenti nella chiesa e dall'alterazione del materiale originale sovrammesso alla pellicola pittorica. Un'altra difficoltà è stata la relativa "giovinezza" dell'opera, ancora molto sensibile ai solventi".

UN RISULTATO ENTUSIASMANTE - Ma il risultato (che potete vedere in anteprima in queste immagini) rende onore al quadro di Ghittoni. "Si è optato - continua la restauratrice - per un intervento localizzato sulle porzioni maggiormente instabili, utilizzando colla di storione diluita al 2% in acqua demineralizzata". Così, dall'antica posizone in chiesa, il dipinto verrà esposto fino a luglio alla Ricci Oddi, dove sarà possibile visitarlo compreso nel prezzo del biglietto. Sabato, all'inaugurazione, l'entrata è gratuita.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

dipinto_quadro_arte

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Sbanda con l'auto e si ribalta, è grave

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento