Festa della birra di Travo, nel 2010 l'evento salta: "Un anno di pausa"

Si prende un anno sabbatico uno degli appuntamenti musical-gastronomici più sentiti della calda estate piacentina. Rai, di Travobaccano: "Siamo un po' stanchi, meglio attendere e non rischiare investimenti avventati"

Addio serpentone di auto nella notte d'estate, per raggiungere il campo sportivo dalla quale rimbomba rock in tutta la vallata. Addio autista sobrio designato, mentre i carabinieri della Valtrebbia tengono d'occhio, etilometro alla mano, i guidatori più alticci. Addio, anzi, arrivederci, alla Festa della birra di Travo. Sedici edizioni. La più originale tra le originali, la più mitica, la più e basta. Nel 2010 non ci sarà.

"UN ANNO DI PAUSA" - Lo dice un articolo di Emiliano Raffo quest'oggi su La Cronaca. Eugenio Rai, patron di Travobaccano, l'ente organizzatore della kermesse, conferma le voci che giravano. Per il 2010 nessuna Festa della birra. Ma attenzione: è solo un anno di riflessione. "Ci stiamo prendendo un anno di pausa - conferma al giornale Rai - dopo anni di gioia e successi. Ma siamo anche un po' stanchi, e l'attuale momento economico, quanto mai sfavorevole, non ci spinge a investire o rischiare. Ma la volontà di tenere in piedi la Festa c'è".

UNA FESTA DI GRANDI FIRME - Tradotto: aspettiamo che la gente abbia un po' più soldi da spendere. In questo periodo di recessione, anche un concerto con una chiara gelata in mano è un lusso. Nel frattempo, staremo a vedere. Certo che perdere l'evento che ha portato in Valtrebbia Pier Pelù, i Negrita, Elio e Le storie tese, Eugenio Finardi... quasi sempre gratis... un po' dispiace. Aspettando che i boccali siano di nuovo pieni nel 2011.

La foto è tratta dalla pagina Myspace di Travobaccano

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento