rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cultura Ferriere

Una bella sorpresa sul sacello dedicato alla Madonna degli Amici di Grondone

Le sorprese, soprattutto quelle che coinvolgono i ricordi e i sentimenti, impegnano in riflessioni e valutazioni sul passato e suggeriscono tanti propositi per il futuro. La sorpresa, che recentemente mi ha profondamente coinvolta, è legata ai due incontri annuali a Grondone  intorno a un  sacello dedicato alla Madonna degli amici. Un segno di gratitudine alla Madonna che mi ha sostenuta in momenti molto  difficili  e di riconoscimento ai tanti amici che, in visita nei quattro mesi di ospedale, non  mi  hanno lasciata sola nemmeno un giorno Incontri intorno al sacello della Madonna dove le diversità culturali, sociali, politiche e religiose si intrecciano in un comune bisogno  di relazioni umane, di amicizia benedetta dalla Madonna come un dono per non sentirci soli nel cammino della vita con le sue salite e le sue discese.   

Nella storia di queste esperienze recentemente si è inserita una bella sorpresa. Una persona, che vuol rimanere anonima, ha depositato sulla scalinata della chiesa della mia seconda parrocchia alla Besurica, una grossa busta accompagnata da un biglietto con scritto:

“Mittente: una persona che desidera rimanere anonima. Questa busta contiene una targa votiva per la chiesa di Grondone. E' per la Direttrice Didattica Dina Bergamini. Vi chiedo la cortesia di avvisarla per il ritiro. Grazie” .

Subito, condizionata dall'attuale cultura del dubbio, ho pensato a uno scherzo e ho aperto la busta con un po' di diffidenza per attenuare la delusione che mi aspettavo. Invece ho trovato una bellissima targa in cristallo con la fotografia del sacello illuminato dal sorriso della statua della Madonna degli amici. Accanto alla foto due pensieri scritti a mano: uno di devozione alla Madonna degli amici, l'altro di gratitudine a Maria che scioglie i nodi. Quest'ultimo mi ha riportata col ricordo all'opuscolo sulla Madonna che scioglie i nodi distribuito a tutti i presenti all'incontro dello scorso mese di maggio in occasione del decennale dell'inaugurazione del sacello.  Un momento di profonda commozione in cui è difficile valutare le scelte e i risultati. Momenti che trovano un senso solo riportando ogni esperienza ai disegni del Signore che, indipendentemente dai miei limiti, dai miei programmi, dai miei sogni fa maturare i semi d' amicizia e di preghiera dove vuole, come vuole e quando vuole.

Dopo molte riflessioni sulla richiesta di anonimato, dote molto rara nella cultura attuale in cui il traguardo è mettersi in mostra, mi sembra giusto far giungere un sentito ringraziamento alla persona che, pur nel silenzio del nome, ha donato la testimonianza della preghiera, della fiducia e della speranza. Non conosco questa persona.  Probabilmente rimarrà nel silenzio della sua identità anagrafica, ma sarà sempre presente come l'amico (o l'amica) che attraverso l'accostamento fra la gratitudine a Maria che scioglie i nodi e la devozione alla Madonna degli amici ha colto il senso vero di ogni incontro preparato e vissuto in clima d'amicizia per sentirci protetti da una stessa Madre che, indipendentemente dal luogo e dai titoli con cui viene ricordata, è la Mamma  Comune che  ci vuol bene e ci protegge anche nei momenti in cui i dubbi insidiano la fede e la speranza .

Nel racconto di questa bellissima esperienza non posso trascurare l'emozione nel leggere il riferimento alla qualifica professionale di Direttrice Didattica usata per la consegna della busta. Sono in pensione da più di 20 anni, eppure provo ancora la nostalgia  delle aule col profumo del gesso,  con tanti bambini e tante maestre appassionate del loro lavoro in un clima di comune responsabilità che ci faceva crescere insieme. Il riferimento al mio ruolo professionale, in un'esperienza di ringraziamento alla Madonna, ha rinfrancato l'augurio che la scuola degli apprendimenti, delle valutazioni INVALSI, della tecnologia possa camminare insieme con l'educazione dei sentimenti, dell' amicizia, della condivisione, dell'entusiasmo, del bisogno di donare e ricevere amore. GRAZIE all'anonima persona per aver risvegliato ricordi e propositi da condividere nell'amicizia a Grondone intorno al sacello dedicato alla Madonna

Dina Bergamini

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una bella sorpresa sul sacello dedicato alla Madonna degli Amici di Grondone

IlPiacenza è in caricamento