Val Tidone a suon di musica

Sono stati presentati questa mattina i concorsi internazionali di musica della Val Tidone, nell'ambito del Val Tidone Festival 2009. 310 iscritti in rappresentanza di 44 Paesi, 4 continenti e delle più importanti scuole di musica del mondo

Trecento diceci iscritti in rappresentanza di 44 Paesi, 4 Continenti e delle più importanti scuole di musica del mondo, premi per circa 25.000 euro più una decina di concerti, giurati prestigiosi (da Andrzej Jasinski a Klaus Huber, da Ernesto Schiavi a Frederich Lips), movimento turistico con migliaia di posti letto occupati e pasti serviti. Sono le cifre del Val Tidone Festival 2009, presentato questa mattina all'Auditorium della Fondazione Piacenza e Vigevano, insieme ai Concorsi internazionali di musica della Val Tidone.

I Concorsi, alla loro dodicesima edizione, prenderanno il via domenica 14 giugno. Ormai riconosciuti come una delle competizioni musicali più prestigiose d’Europa, possono fregiarsi di numeri sempre da record, che ne hanno fatto un qualcosa di unico nel panorama musicale non solo della Regione Emilia Romagna ma di tutto il nord Italia.
  I Concorsi sono riconosciuti come una delle competizioni musicali più prestigiose d’Europa  

I Concorsi, diretti artisticamente da Livio Bollani e cellula germinale dell’intero progetto-musica della Val Tidone (partito nel 1998 per iniziativa del Comune di Pianello Val Tidone ed oggi promosso da quindici enti che hanno dato vita alla Fondazione Val Tidone Musica), come sempre si varranno del determinante sostegno della Fondazione di Piacenza e Vigevano: doveroso il ringraziamento al CDA dell’ente di via Santa Eufemia, con il Presidente Giacomo Marazzi su tutti, e a Donatella Ronconi, editrice di Libertà.

Per quanto riguarda il Val Tidone Festival 2009, le stelle della dodicesima edizione sono: il grande violinista russo Sergej Krylov, la pianista nippo-austriaca Ayami Ikeba, l’Ensemble Strumentale Scaligero e il Quartetto Gioachino per la classica; il “Tango or not Tango” di Davide Cavuti, Paolo di Sabatino e Michele Placido, il Top Jazz “Canto di Ebano” di Gabriele Mirabassi ed il mito di Enrico Intra e Jimmy Owens per il jazz; e poi, ancora, chitarre infuocate con il “Brasileirinho ao Vivo” del Trio Madeira Brasil, il grande Philip Catherine in concerto con il Soledad Ensemble di Manu Comté, il tenore Luca Salsi, il pioniere dell’etnica italiana Riccardo Tesi e tanti altri. Week end inaugurale: 13 e 14 giugno 2009.




Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Sbanda con l'auto e si ribalta, è grave

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

  • Incidente a San Rocco, chiuso temporaneamente il ponte di Po

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento