Vigolzone celebra il 50esimo anniversario della consacrazione della sua chiesa

Il 1 e il 2 ottobre 2016 ricorre il 50esimo anniversario della consacrazione della chiesa di Vigolzone dedicata ai santi Mario e Giovanni Battista. Allestita la mostra "La mia chiesa ha 50 anni"

Il 1 e il 2 ottobre 2016 ricorre il 50esimo anniversario della consacrazione della chiesa di Vigolzone dedicata ai santi Mario e Giovanni Battista. Infatti, nel primo giorno dell’ottobre 1966 il vescovo Umberto Malchiodi alla presenza del vescovo ausiliare Mons. Paolo Ghizzoni e del Card. Mario Nasalli Rocca, consacrava il nuovo tempio del capoluogo e il giorno successivo, festa della Madonna del Rosario, il Cardinale celebrava la prima messa solenne. L’avvenimento sarà ricordato il prossimo 2 ottobre alle ore 17 con la celebrazione dell’eucarestia presieduta dal Vescovo Gianni Ambrosio. Da questi giorni è allestita nella chiesa del capoluogo una  mostra  con elaborati (poesia, prosa, disegno, foto) usciti dal concorso ,”La mia chiesa ha 50 anni”  a cui hanno partecipato le scuole elementari e medie del paese, coordinate dalle insegnanti Anna Maria Rebecchi e Patrizia Bernazzani e con una giuria presieduta dallo scultore Paolo Perotti e composta da Don Piero Lezoli, Maria Agnelli, Liliana Cravedi, Oreste Grana, Ferruccio Pizzamiglio e Andrea Rossi. La premiazione avverrà domenica 5 giugno all’interno del concerto della banda musicale “Glenn Miller” di Bedonia e  inizierà alle 21,00 in piazza della Chiesa. Domenica 12 giugno ore 17 festa degli anniversari di matrimonio a cui sono invitati le coppie sposate  nella  chiesa in questi cinquant’anni . Durante la celebrazione presieduta da Mons. Giuseppe Illica , Vicario Generale della nostra diocesi, saranno ricordati il 50° di don Luigi Carini, il 60° di don Pietro Dacrema , il 30° di diaconato di don Celso Dosi, ordinato in questa chiesa . Inoltre  saranno ricordate le suore del Buon Pastore che hanno svolto il loro servizio presso la Scuola Materna “Orfani di guerra “ di Vigolzone: suor franca Barbieri e Suor Marialuisa Bottazzi che celebrano il loro 50° di professione religiosa,  Suor Delia Mazzocchi di Vigolzone che celebra i 60° di professione religiosa. La celebrazione del prossimo 2 ottobre alle ore 17 sarà solenne e presieduta dal vescovo con la partecipazione dei sacerdoti e dei seminaristi che hanno prestato il loro servizio nei cinquant’anni della nuova chiesa. Al termine al Centro civico inaugurazione di una mostra con immagini di mezzo secolo di vita parrocchiale.  Si tratta di testi e immagini allestiti dall’Associazione “Culture per lo sviluppo locale”, a cui saranno aggiunti gli elaborati dei ragazzi presentati per il concorso fatto a scuola.  Il lavoro affronterà diversi temi, sia architettoniche che storiche, di ambito generale e locale. La prima parte vedrà una breve descrizione e la storia della Diocesi di Piacenza, i cui confini saranno identificati da mappe che ne descriveranno i mutamenti; seguirà un excursus sul significato di alcuni termini di ambito ecclesiastico e di Diritto Canonico, come Parrocchia, Pieve, Arciprete, Prevosto ecc. La mostra prenderà poi le mosse dal più antico edificio, ora scomparso, di Santa Maria in Cervolo, collocabile tra il capoluogo e Grazzano Visconti, proseguendo poi con la vecchia chiesa intitolata a San Giovanni Battista, di origine molto antica (XIII sec.), che subì diverse modifiche e ampliamenti nel corso dei secoli, e che fu infine abbandonata quando la nuova chiesa entrò in funzione. Verranno quindi descritte le Visite Pastorali che si sono susseguite nel tempo. Scrivono i curatori della mostra Ferruccio Pizzamiglio e Andrea Rossi: del nuovo tempio costruito per volere del Card. Mario Nasalli Rocca, tra il 1965 e il 1966 su progetto dell’ing. Lapis di Roma, su un terreno donato dalla famiglia Gandi, verrà indagata sia l’architettura che gli arredi interni e le opere d’arte custodite, come i tre mosaici di Consadori e le sculture di Perotti, con qualche aneddoto legato alla costruzione. Infine ci sarà un inquadramento dell’architettura sacra tra gli anni ‘40 e gli anni ’60, un periodo storico artistico ben caratterizzato, legato sia alla chiesa vecchia, sia alla chiesa nuova; verranno illustrate anche varie cerimonie, come processioni, matrimoni, Cresime, Comunioni, nonché le Confraternite e i Cori che hanno caratterizzato la vita parrocchiale. Il recente bollettino parrocchiale “IL PONTE” edito con cadenza trimestrale dalla Parrocchia San Giacomo di Ponte dell’Olio, fondato nel 1971 da don Dante Concari e ora diretto da don Mauro Bianchi, comprende un inserto di otto pagine che rende evidente le iniziative per il 50esimo del tempio e tratteggia i profili dei parroci che si sono susseguiti: don Erminio Squeri, don Domenico Guglieri, don Cesare Lugani e don Piero Lezoli. Un affettuoso ricordo anche per le suore di Gesù Buon Pastore che per 86 anni hanno condiviso parte della loro vita con la storia del paese di Vigolzone. A completare gli approfonditi testi, le immagini d’epoca tratte dalla collezione di Oreste Grana.

Foto in bianco e nero, momenti della cerimonia inaugurale dell’ottobre 1966; a colori un gruppo di suore “vigolzonesi” e un’istantanea del parroco don Piero Lezoli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • Brugnello, Rivalta, Vigoleno: Valtrebbia e Valdarda grandi protagoniste a "Linea Verde"

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

  • «Disobbedire e aprire i locali? Non ha senso. La vera protesta sarebbe chiuderli: stop a delivery e asporto»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento