menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

5 Stelle: «In vendita alcune filiali della Banca Bcc Centropadana, occupazione da salvaguardare»

Il deputato Zanichelli (Movimento 5 Stelle): «Per le filiali piacentine si individui una soluzione all'insegna della salvaguardia dei livelli occupazionali e unità territoriale»

«Come anticipato da un articolo della scorsa settimana de “Il cittadino di Lodi” Banca Centropadana cederà, su indicazioni della capogruppo Iccrea, diverse filiali della provincia di Piacenza. Lo scopo è la razionalizzazione degli sportelli nell’ambito del credito cooperativo per una maggiore efficienza di un settore bancario che versa in una siutazione di rapido mutamento economico». Così il deputato pentastellato Davide Zanichelli, membro della Commissione Finanze alla Camera, interviene sulla situazione che sta attraversando la banca, che ha numerose filiali anche nel nostro territorio. Secondo il quotidiano lodigiano, Iccrea avrebbe chiesto di sfoltire la presenza sul territorio emiliano, a partire dalle dieci filiali piacentine. 

«Come Movimento 5 Stelle – prosegue - riteniamo fondamentale la salvaguardia dei livelli occupazionali, e il mantenimento degli importanti presidi territoriali. Il credito cooperativo dalla sua nascita ha dato dimostrazione di un profondo radicamento e di forte aiuto locale sia Davide Zanichelli-2economico che sociale. Si tratta di credito erogato ma anche di cooperazione territoriale sotto forma di erogazioni liberali. Il credito cooperativo e il suo territorio sono legati indissolubilmente, vediamo positivamente l’opportunità che si chiuda il cerchio emiliano del credito cooperativo attraverso l’acquisizione da parte di Emilbanca di un importante territorio che mancava all’appello alla realtà economica dell'Emilia-occidentale». «Piacenza (oltre ad avere una sua importante base sociale) presenta aspetti sociali, economici, culturali assolutamente ascrivibili alle altre province dell’Emilia. Dal canto suo Emilbanca ha portato avanti negli anni una politica regionale di acquisizioni che l’ha spinta ad essere uno dei più importanti player regionali con bilanci in ordine e ricadute molto positive sul territorio che potrebbe giovare di una maggiore omogeneità regionale.

Il credito cooperativo per ora, in termini occupazionali, non ha lasciato indietro nessuno. Confidiamo che Iccrea si muova correttamente e ponendo al primo posto la tutela dei posti di lavoro. Ci aspettiamo anche, come sembra, che si dimostri sensibile alle esigenze dei territori privilegiando aspetti di contiguità intra regionale per sostenere le economie e le socialità che li caratterizzano». «Seguiremo con attenzione affinché tutte le operazioni si concludano nel migliore dei modi, con una sintesi efficace degli interessi di tutte le parti a beneficio della comunità piacentina ed emiliana in generale», conclude.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Podenzano, Piva toglie le deleghe all’assessore Scaravella

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento