rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Economia

8° edizione della Coppa d’oro: l’importanza di investire sulla qualità

L'evento si svolgerà anche quest'anno, dal 10 al 12 ottobre, a Palazzo Gotico, unendo, come nella precedente edizione del 2013, Premio Coppa d'oro e Gutturnio Festival, un binomio risultato vincente visto il numero dei partecipanti giunti anche da province limitrofe e che hanno affollato il salone in passato

Ancora una volta il filo conduttore del premio Coppa d’oro giunto alla sua ottava edizione è la qualità, nella constatazione - come ha ribadito anche il presidente della Camera di Commercio Beppe Parenti nella conferenza stampa di presentazione della manifestazione- che è assolutamente necessario investire sulla qualità del prodotto anche perché è essenziale per diversificare i nostri Dop sui mercati, seguendo l’esempio di Parma che ha costanza e massa critica. L’evento si svolgerà anche quest’anno, dal 10 al 12 ottobre, a Palazzo Gotico, unendo, come nella precedente edizione del 2013, Premio Coppa d’oro e Gutturnio Festival, un binomio risultato vincente visto il numero dei partecipanti giunti anche da province limitrofe e che hanno affollato il salone di Palazzo Gotico. Si inizia venerdì 10 ottobre con il convegno a palazzo Gotico con la prolusione del docente dell’università di Bologna Massimo Montanari su “qualità e diversità” seguita dal dibattito coordinato dalla giornalista Rai Camilla Nata con la presenza del del critico gastronomico Andrea Grignaffini, del presidente dell’Istituto salumi italiani tutelati Nicola Levoni, del direttore generale di Alma Andrea Sinigaglia e del patron di Eataly Oscar Farinetti cui è stato assegnato uno dei quattro premi Coppa d’oro, unitamente all’ambasciatore d’Italia in Giappone Domenico Giorgi e alle due squadre di pallavolo piacentine Nordmeccanica Rebecchi Volley e Copra Ardelia Volley. Per loro le sculture realizzate da Paola Foppiani che rappresentano la generosità ed i valori del territorio piacentino.

Sabato 11 e domenica 12 è in programma anche la nona edizione del Gutturnio Festival con le degustazioni dei vini Doc dei colli piacentini e gli assaggi dei salumi piacentini dop con la presenza, come ha chiarito il coordinatore Fabrizio Campana di ben 30 qualificate cantine della nostra Provincia. Nell’ambito del Gutturnio Festival sono previsti anche, sotto le volte di Palazzo Gotico, anche quattro momenti di showcooking a cura degli chef Matteo Anselmi, Claudio Cesena, Filippo Chiappini Dattilo ed Ettore Ferri, oltre che l’iniziativa “Telodoioilpanino” pensata per gli studenti delle medie e superiori piacentini che con un apposito cupon potranno gustare gratuitamente un panino, naturalmente con la prelibata coppa piacentina che, per l’occasione si propone anche con la stagionatura di otto mesi e la denominazione “Coppa d’oro” “perché- come ha puntualizzato il presidente del Consorzio di tutela salumi piacentini Roberto Belli- ogni anno le novità sono il segnale della nostra crescita e della sinergia tra i prodotti di qualità piacentini”.

Saranno tre si diceva momenti di showcooking che si svolgeranno tra sabato 11 e domenica 12 ottobre. Aprirà sabato 11 ottobre alle 18 Claudio Cesena del Relais Cascina Scottina, con  la Coppa leggermente affumicata con funghi finferli  composta di pere e riduzione al Gutturnio, seguirà alle 12,30 di domenica 11 ottobre Filippo Chiappini Dattilo de l’Antica Osteria del Teatro con il Piatto segreto dello Chef e chiuderà sempre domenica 12 ottobre alle 18 Ettore Ferri de La Colonna  con i suoi Panzerotti di coppa gratinati con cialda di Coppa piacentina DOP. Gli chef realizzeranno ed illustreranno i loro piatti che sarà possibile degustare, insieme ad una selezione di salumi piacentini DOP e un vino abbinato dal sommelier, acquistando il biglietto ma sarà sempre possibile anche una semplice degustazione di salumi e vini nell’Osteria dei Sapori DOP, allestita per la prima volta sotto i portici di Palazzo Gotico.

In contemporanea, dal 3 al 10 ottobre, si svolgerà la rassegna enogastronomica “Mi Piace Tipico” che coinvolge oltre ai 3 ristoratori sopra menzionati anche: Trattoria Cattivelli di Isola Serafini, La Pieve di Pieve Dugliara, Ristorante Riva a Riva di Ponte dell’Olio e Da Giovanni a Cortina di Alseno, i quali proporranno nel loro menù un piatto dedicato alla rassegna che vedrà sempre protagonisti Coppa Dop e Gutturnio Doc. Anche alcuni agriturismi del circuito Terra Nostra di Coldiretti Piacenza parteciperanno alla rassegna. Nei week end del 4/5 e 11/12 ottobre offriranno un menù ad hoc dedicato alla manifestazione: Azienda agricola Villa Enrichetta, Podere Palazzo Illica, agriturismo Val Riglio, agriturismo Casa nuova, Le Rondini, cascina Morina, Poggio d’incanto, il Vallone, la Matellina, il Sassone, il Cinghialino. Per il secondo anno sotto le arcate di Palazzo Gotico sarà allestita la Bottega dei Sapori DOP nella quale sarà possibile acquistare la Coppa d’Oro (stagionatura minima di 8 mesi) e gli altri fantastici salumi DOP piacentini, così come i vini delle trenta cantine presenti al Gutturnio festival.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

8° edizione della Coppa d’oro: l’importanza di investire sulla qualità

IlPiacenza è in caricamento