"A cena con la scienza 2014": aria, acqua, terra, fuoco

Torna anche quest’anno, per la sua quinta edizione, "A cena con la scienza", ciclo di incontri organizzato da Confagricoltura ed Agriturist Piacenza, una serie di conferenze-dibattito organizzate su tematiche di grande attualità nelle quali illustri studiosi intervengono per approfondirne, in modo esaustivo e scientifico, le problematiche

Torna anche quest’anno, per la sua quinta edizione, "A cena con la scienza", ciclo di incontri organizzato da Confagricoltura ed Agriturist Piacenza, una serie di conferenze-dibattito organizzate su tematiche di grande attualità nelle quali illustri studiosi intervengono per approfondirne, in modo esaustivo e scientifico, le problematiche. Quest’anno il tema conduttore degli incontri è: aria, acqua, terra, fuoco, il presente e il futuro degli elementi fondamentali. La filosofia greca, come sottolinea la presentazione del programma coordinato dall’agronomo Michele Lodigiani, poneva i 4 elementi alla radice del mondo fisico, ciò da cui ogni cosa scaturisce e al quale è destinata a ritornare in un ciclico ed eterno fluire: pánta rhêi (in greco πάντα ῥεῖ), tutto scorre, secondo il celebre aforisma attribuito ad Eraclito. La scienza ha profondamente mutato la percezione delle cose da parte dell’Uomo, rivelandone i meccanismi più intimi e l’essenza profonda fino all’infinitamente piccolo, senza tuttavia smentire il senso fondamentale di quelle prime intuizioni. Qual’è oggi lo stato dei 4 elementi? Quali i problemi, le soluzioni e le prospettive?

Questo il programma degli incontri. Per partecipare è necessario contattare direttamente gli agriturismi.

1° Incontro - ARIA - Venerdì 9 maggio 2014 – ore 19.00. AGRITURISMO LA FINESTRA SUL PO - Via Centro Loc. San Nazzaro - Monticelli d’Ongina (Pc):  Tel. 0523.1730922 - 339.7617750.  e-mail: giulia.zangrandi83@gmail.com

CASA DOLCE CASA? L’ARIA CHE RESPIRIAMO, FUORI E DENTRO CASA, E LA NOSTRA SALUTE:  Relatori: Prof. Pier Mannuccio Mannucci

Dopo essere stato fino al Novembre 2010 professore ordinario di Medicina Interna dell’Università Statale di Milano e aver diretto la Clinica Medica presso la Fondazione IRCCS Ospedale Maggiore di Milano, è attualmente Direttore Scientifico dell’Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Fondazione Cà Granda Ospedale Maggiore Policlinico. A livello internazionale, oltre a essere stato insignito di vari premi scientifici (International Prize of the French Hemophilia Association, Murray Thelin Award of the National Hemophilia  Foundation, Robert Grant Medal Award e Distinguished Career Award of the International Society for Thrombosis  and Haemostasis, Ham Wasserman Lecture, American Society of Hematology, Jean Bernard Award della European Hematology Association) è stato nel biennio 1996-1997 Presidente della International Society for Thrombosis and  Haemostasis e dal 1998 al 2006 Editor in Chief del giornale scientifico internazionale Journal of Thrombosis and Haemostasis e dal 2009 Editor in Chief del giornale European Journal of Internal Medicine. Presidente della Società Italiana di Medicina Interna dal 2003 al 2006. E’ stato insignito dell’onorificenza di Gran Ufficiale dal Presidente della Repubblica, del Sigillo Longobardo dalla Regione Lombardia, della Medaglia d’Oro di Riconoscenza dalla Provincia di Milano della Medaglia d’Oro al Merito della Sanità Pubblica dal Ministero della Salute e dell’Ambrogino d’Oro dal Comune di Milano. Fra i premi ricevuti in Italia, il Premio Ercole Pisello, il Premio Piso e il Premio Ippocrate. Autore di più di 1000 pubblicazioni originali su riviste scientifiche, i principali temi scientifici trattati sono nel campo dell’emofilia (soprattutto gli effetti collaterali della terapia), della malattia di von Willebrand (basi molecolari e terapia), della fisiopatologia e genetica della cardiopatia ischemica, del tromboembolismo venoso (fattori di rischio) e delle trombofilie ereditarie. Riconosciuto tra i primi 215 ricercatori mondiali maggiormente citati nella categoria Clinical Medicine, ha attualmente un elevatissimo indice h (96).

2° Incontro - TERRA - Venerdì 23 maggio 2014 – ore 19.00

AGRITURISMO LA CA’ - Loc. La Ca’ di Bassano - Rivergaro ( Pc). Tel.  0523.958804 - 333.4922447  www.agriturismolaca.it

TUTTO GIU’ PER TERRA: IL BIOSEQUESTRO DEL CARBONIO NEL TERRENO: Relatore: Ing. Mario Palazzetti

Mario Palazzetti si laurea al Politecnico di Torino nel 1962 in ingegneria elettronica, lavora alla Fiat Centro Elettronico Studi e Ricerche inizialmente per la marina militare per poi occuparsi di elettronica sull’auto realizzando vari brevetti tra i quali quello dell’antiskid antesignano dell’ ABS Bosch. Dal suo ufficio nasce il Crea Magneti Marelli . Dal '73 comincia a occuparsi di innovazione promuovendo la nascita di un impianto di trattamento di rifiuti urbani per la produzione del compost collegato alla raccolta differenziata. Dello stesso periodo è il Totem piccolo cogeneratore di energia elettrica e calore, inizialmente prodotto dalla Fiatauto. Nel 1975 diviene responsabile presso il Centro Ricerche Fiat del Centro Nuovi Sistemi nel quale si sono studiati dispositivi relativi al riciclo materiali, energia solare , biogas, agricoltura organica, biomasse, uso razionale dell’energia.

Si occupa di termotecnica e nel '97 lascia CRF . Prosegue la propria attività fondando la Novaengineering R&D services. Con lo studio di Renzo Piano si è occupato del progetto della parte energetica della città della tecnologia presenta nel progetto preliminare per il porto e l’aeroporto di Genova un particolare molo che è in grado di utilizzare l’energia delle onde. Attualmente collabora con la Thesan, spin off della Savio,  per sviluppare le tecnologie relative ai  NEAR ZERO ENERGY BUILGINGS previsti come obbligatori dall’UE   dopo il   2020. Brevetta una infrastruttura stradale per alimentare veicoli elettrici in marcia. Insieme a Maurizio Pallante, per Bollati Boringhieri, pubblica nel 1997 “ L’uso razionale dell’energia – teoria e pratica del negawattora”

3° Incontro - ACQUA – mercoledì 4 giugno 2014  – ore 19.00

AGRITURISMO BOSCHI CELATI - Loc. Fossadello-Caorso (Pc)

Tel. 0523.822128 - 339.4913541 info@agriturismoboschicelati.com

COLTIVARE L’ACQUA: I MARI COME RISORSA FONDAMENTALE PER IL FUTURO DELL’UMANITA’: Relatore: Prof. Alberto Basset

Laureato in Scienze Biologiche presso l’Università di Roma "La Sapienza" nel 1979, Alberto Basset è attualmente Professore Ordinario presso il DiSTeBA dell’Università del Salento; è inoltre responsabile di un gruppo di circa 20 persone che lavorano nell’area dell’Ecologia e salute degli ecosistemi e dell’Ecologia delle popolazioni e comunità. E’ stato Ricercatore Universitario presso il Dipartimento di Biologia Animale ed Ecologia dell’Università di Cagliari, Professore Associato presso il Dipartimento di Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali (DiSTeBA) dell’Università del Salento, Direttore del Master su ”Monitoring, conservation and management of transitional aquatic ecosystems” dell’Università del Salento, Direttore dell’Istituto di Studi Avanzati della NATO su “Conservation and sustainable development of river mouth ecosystems, lagoons and coastal wetlands” e dal 2007 è Direttore del Master su “Strumenti ecologici per la Governance degli ecosistemi acquatici di transizione nello spazio Adriatico”. Numerose inoltre le esperienze all’estero, come Visiting researcher e professor presso le seguenti Università e Centri di Ricerca: Dept. of Animal and Plant Sciences University of Sheffield (U.K.); Biology Dept del Juniata College, Huntingdon, PA, (U.S.A.); Biology Dept. University of Miami (U.S.A.) (dal 1995 ad oggi); Departamento de Zoologia dell’Università di Coimbra (PT); Centro Europeo di Eccellenza per l’Ambiente dell’Università “Dunarea de Jos” di Galati (RO); Laboratorie d’Ecosystemes Lagunaires Università di Montpellier II (FR). Innumerevoli le pubblicazioni sulle più prestigiose riviste scientifiche specializzate, i progetti di ricerca a cui ha partecipato, le società e i comitati scientifici di cui è membro.

4° Incontro - FUOCO – Giovedì 19 giugno 2014 – ore 19.00.  AZIENDA AGRITURISTICA BATTIBUE - Loc Battibue - Fiorenzuola d’Arda (Pc)

Tel 0523.942314 –335.5891585 . info@battibue.it  www.battibue.it

PIU’ VERDE NON SI PUO’: FOTOSINTESI ARTIFICIALE E CONVERSIONE FOTOVOLTAICA INNOVATIVA PER L’ENERGIA DEL FUTURO

Relatore: dott. Carlo Andrea Rozzi

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Laureato in Fisica presso l'Università di Pavia con una tesi su "Teoremi di non-esistenza per le teorie a variabili nascoste", Carlo Andrea Rozzi ha conseguito il Dottorato di ricerca in Fisica presso l'Università di Modena e Reggio Emilia con una tesi dal titolo "Theory of core-level photoemission in transition metal oxides". Da allora si è dedicato alla ricerca scientifica nel campo della fisica della materia presso il Dipartimento di Fisica dell’Università di Modena, e presso l’Institut für Theoretische Physik della Freie Universität Berlin nell'ambito della European Research and Training Network "Exciting" e della European Network of Excellence "Nanoquanta". La sua attività scientifica si svolge principalmente nel campo della simulazione teorica e numerica delle proprietà elettroniche della materia alla nanoscala, e in particolare riguarda lo sviluppo di metodi per lo studio di materiali innovativi per la conversione fotovoltaica dell'energia, di strutture a bassa dimensionalità, e sistemi a forte correlazione elettronica. È tra gli sviluppatori del codice octopus, un'applicazione open source per lo studio quantistico delle proprietà della materia mediante la teoria del funzionale densità dipendente dal tempo. Attualmente è ricercatore presso il Centro S3 dell'Istituto Nanoscienze del CNR in Modena dove coordina il workpackage "Solar energy" del progetto FP7 "CRONOS" nell'ambito del tema "Nanosciences, Nanotechnologies, Materials and new Production Technologies" della Commissione Europea.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Sbanda con l'auto e si ribalta, è grave

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento