rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Economia

«Con Agrisystem una nuova generazione di scienziati per le moderne sfide dell’agricoltura»

Record di iscritti, da tutto il mondo, per la scuola di dottorato della Cattolica di Piacenza

Con il saluto del professor Paolo Ajmone Marsan, direttore della Scuola, si è aperta  la giornata di benvenuto per i nuovi iscritti ad Agrisystem, la scuola di dottorato per il sistema agro alimentare dell’Università Cattolica di Piacenza. Oltre al professor Marsan, hanno portato il loro saluto ai corsisti i presidi delle due facoltà piacentine che consentono di unire specifiche competenze per Scienze agrarie alimentari e ambientali e per Economia e Giurisprudenza, ovvero Marco Trevisan e Anna Maria Fellegara.

Il direttore ha ricordato che «le novità più significative di Agrisystem consistono nel fatto che i corsisti rappresentano sette Paesi del mondo, dal Sud America, all’Asia, all’Africa e naturalmente Europa, una valenza quindi sempre più internazionale; l’altro aspetto da sottolineare è la sua direzione più industriale. Mentre per anni la scuola di dottorato rappresentava una scelta da parte di coloro che intendevano indirizzarsi verso la carriera universitaria, oggi c’è grande interesse diretto verso il mondo del lavoro, perché coloro che la frequentano sono in grado di sviluppare competenze interdisciplinari, scientifiche, ma anche giuridiche e quindi di risolvere problemi. Ecco perché queste professionalità sono sempre più richieste dal mondo produttivo». 

«Non a caso - ha ribadito - Agrisystem è il frutto dell’intesa iniziale tra le tre facoltà con lo scopo di crescere una nuova generazione di scienziati, per affrontare nuove sfide dell’agricoltura. Sostenibilità sarà la parola chiave del vostro percorso».

«Il numero di iscritti è significativo - ha detto Trevisan - dell’attesa verso questo percorso di studi, una certificazione che è molto importante nel campo della filiera agroalimentare, perché la trasversalità fra discipline è un valore aggiunto fondamentale. Aspetti legali e economici si intrecciano a quelli della coltivazione. Questa scuola ha inoltre il supporto di privati e fondazioni importanti, come la Invernizzi e la Fondazione di Piacenza e Vigevano. Ad Agrisystem vogliamo sfruttare al meglio le opportunità per far crescere conoscenze e competenze in tutti gli ambiti».La preside Fellegara ha poi aggiunto: «Crediamo nel dialogo interdisciplinare tra studenti, per essere sempre più impegnati come professionisti e come persone».

Tra i relatori dell’inaugurazione alcuni professionisti dottori che hanno concluso il percorso di studi Agrisystem, intervenuti per sottolineare la loro esperienza di vita e di lavoro. L’avvocato Beatrice La Porta ha detto: «Ho iniziato in Agrisystem il mio percorso ed oggi ho aperto il mio studio legale qui a Piacenza, ma soprattutto ho proseguito il mio cammino accademico diventando ricercatrice all’università di Palermo in diritto agrario. E’stato un mix di discipline che mi ha consentito di collaborare con diverse professionalità: giuristi, agronomi e scienziati, e ho viaggiato molto in Europa per conoscere tante realtà, dalle esperienze in Efsa, fino a Bruxelles». 

Ezequiel Luis Nicolazzi, dopo il dottorato si trasferito a lavorare negli Stati Uniti in un’azienda che si occupa della selezione delle vacche da latte di tutti gli States: «Ho conosciuto quello che è adesso il mio capo grazie a uno dei percorsi di studio di Agrisystem in Svezia. Non è stato facile, ma è stato entusiasmante arrivare nel mondo del lavoro applicando nuove tecnologie. Credo ci sia tanto futuro per chi studia in questo settore, ci sono tecnologie relativamente nuove. Consiglierei a uno studente di provarci e soprattutto di andare all’estero, esperienza che permette di crescere sia dal punto di vista personale, che professionale».

agrysistem2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Con Agrisystem una nuova generazione di scienziati per le moderne sfide dell’agricoltura»

IlPiacenza è in caricamento