Agriturist Piacenza: eletto il consiglio direttivo, alla guida confermato Bisagni

L’assemblea ha inteso premiare l’impegno di Bisagni che la guida da ormai sei anni. Qualche cambiamento è avvenuto nell’abito del Consiglio direttivo che vede l’ingresso di giovani professionalità e un tocco di rosa in più a partire dalla vicepresidenza alla quale è stata eletta Marina Bianchi Michiel

Gianpietro Bisagni

Come da previsione Gianpietro Bisagni è stato riconfermato alla guida dell’associazione degli Agriturismi di Confagricoltura Piacenza per il prossimo triennio. L’assemblea, che si è riunita presso la sede di Confagricoltura lunedì 19 ottobre, ha inteso premiare l’impegno di Bisagni che la guida da ormai sei anni. Qualche cambiamento, invece, è avvenuto nell’abito del Consiglio direttivo che vede l’ingresso di giovani professionalità e un tocco di rosa in più a partire dalla vicepresidenza alla quale è stata eletta Marina Bianchi Michiel dell’agriturismo di charme "Case Riglio" di Pontenure, la quale ha preso il testimone del fratello. Elette al primo mandato anche altre due giovani donne: Giulia Zangrandi dell’agriturismo "La finestra sul Po" di San Nazzaro di Monticelli ed Elisa Leonardi dell’agriturismo "Pradonico" di Calendasco.

Il grande fiume davanti agli occhi e le sue specialità nel piatto sono la cifra distintiva del primo agriturismo che gode di una location unica. La scuola di equitazione, il maneggio ed una serie di attività focalizzate ad avvicinare i bambini al mondo degli equidi sono invece le caratteristiche peculiari del secondo che punta sulla grande professionalità di Elisa e dei suoi collaboratori. In assemblea si è parlato della tabella allergeni e dell’applicazione nelle strutture agrituristiche della normativa nazionale dando seguito ad un’azione di sensibilizzazione e informazione avviata dall’associazione. Oggetto di attenzione anche la nuova classificazione nazionale, che entrerà in vigore nel giro di qualche mese, con l’adozione dei girasoli in luogo delle margherite ed una serie di incombenze e formalità da esplicare da parte delle strutture che hanno attività ricettiva.

C'è stato dibattito per l'introduzione da gennaio, della tassa di soggiorno da parte del Comune di Piacenza che costituisce un ulteriore aggravio delle incombenze da parte degli agriturismi e un deterrente, implicando maggiori costi, da parte di chi decide di soggiornare nel comune capoluogo. Soddisfatto dell’elezione Gianpietro Bisagni che ha dichiarato: «Proseguirò nell'impegno, con un entusiasmo crescente che viene dai risultati raggiunti e dal contributo che mi aspetto da tutto il Consiglio direttivo. L’associazione è cresciuta, abbiamo collaborato in modo fattivo e con buoni risultati al varo della nuova legge regionale. Veniamo dal periodo di Expo che ha visto le nostre strutture in prima linea. Ora pensiamo ai prossimi obiettivi: ben fisso quello di continuare a potenziare la rete di valorizzazione territoriale sulla quale investiamo da tempo insieme a tutti gli attori locali e di cui iniziamo a godere di qualche ritorno, la strada è quella giusta, ne siamo certi».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: il 38enne contagiato in contatto con un manager di Fiorenzuola, isolato a Milano. Chiusa la ditta Mae

  • Giordania, ingegnere piacentino muore colpito da alcuni massi a Petra

  • Coronavirus, un contagiato in Lombardia ricoverato a Codogno

  • Ragazzino finisce in Po, un passante si butta e lo salva appena in tempo

  • Schianto sulla strada della Mottaziana, gravi due giovani

  • «Il mito della Lancia Delta non passerà mai di moda»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento