rotate-mobile
Economia

Mancati ricavi del 2020, al via il bando per i titolari di licenza taxi

Il contributo sarà erogato direttamente dall’Amministrazione regionale sui conti correnti dei beneficiari. Il 25 marzo incontro online aperto ai destinatari dei ristori per illustrare le modalità di compilazione della domanda

Apre oggi alle 14, e andrà avanti fino alle 12 del 4 maggio, il bando che stanzia 2 milioni di euro di risorse regionali per i titolari di licenza Taxi e autorizzazione di Ncc, penalizzati dai mancati ricavi relativi all’anno 2020. Inoltre, giovedì 25 marzo dalle 10 alle 12, si terrà un incontro online aperto agli operatori destinatari dei ristori, per illustrare le caratteristiche del bando e le modalità di compilazione della domanda dall’applicativo informatico regionale. L’incontro, che si svolgerà sulla piattaforma Teams, sarà aperto dall’assessore regionale ai Trasporti, Andrea Corsini. È possibile seguire l’evento collegandosi all’indirizzo (clicca qui) e cliccando direttamente al link (clicca qui). Il webinar sarà registrato e continuerà a essere disponibile sul portale regionale e sempre all’indirizzo web dedicato al bando.

I requisiti richiesti per accedere al contributo - Il contributo consiste in una quota per ogni licenza-autorizzazione, circa 3mila quelle presenti in Emilia-Romagna, e sarà erogato direttamente dall’Amministrazione regionale sui conti correnti dei beneficiari. I requisiti per ottenere il bonus sono: la titolarità di licenza di taxi e/o di autorizzazione di noleggio con conducente di autoservizi pubblici non di linea - anche ricevuta da conferimento in cooperativa di produzione e lavoro - il rilascio delle licenze/autorizzazioni da parte dei Comuni della Regione Emilia-Romagna o da soggetti da essi delegati e la validità della licenza/autorizzazione compresa nel periodo 8 marzo 2020 - 31 dicembre 2020, limitatamente ai periodi effettivi di titolarità. Infine, la domanda deve essere presentata dal titolare della licenza/autorizzazione o, in caso di conferimento a cooperativa di produzione lavoro, dal legale rappresentante dell’impresa a cui la licenza/autorizzazione è stata conferita.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mancati ricavi del 2020, al via il bando per i titolari di licenza taxi

IlPiacenza è in caricamento