rotate-mobile
Sabato, 3 Dicembre 2022
Economia

Alec Ross: «Per l’autosufficienza energetica si prenda in considerazione il nucleare»

L’ex consigliere economico di Hillary Clinton è il grande ospite dell’assemblea di Confindustria: «I periodi più complicati della storia sono propizi per le innovazioni»

Alec Ross, esperto di politiche tecnologiche, imprenditore e autore di saggi divenuti best-seller – nonché consigliere economico di Hillary Rhodam Clinton, è stato l’ospite della 77esima assemblea di Confindustria Piacenza, organizzata nella suggestiva location delle officine dell’ex Consorzio Agrario. Ha partecipato ad una tavola rotonda con il presidente Francesco Rolleri, l'assessore regionale allo sviluppo economico Vincenzo Colla e il giornalista di Class Cnbc Andrea Cabrini. 

Assemblea che cade proprio in una giornata storica per l’Italia, che abbraccia – probabilmente – un nuovo governo, in piena emergenza energetica, con la guerra russo-ucraina in corso. Ross ha scritto un libro che s’intitola “I furiosi anni Venti”, riferito a questo decennio che presenta – a detta dello stesso autore - «un alto livello di volatilità». «Come ha detto Pablo Picasso – precisa Ross, intervenuto oggi a Piacenza - “ogni atto di creazione inizia con un atto di distruzione”. Dobbiamo sperare che c'è un po’di luce nel buio di questa fase. Questi giorni sono difficilissimi, ma in realtà se guardiamo alla Storia, gli anni di invenzione, di innovazione, molto spesso hanno alle radici momenti come questo».

L’Italia è andata al voto nelle scorse ore. Da osservatore americano si è chiesto come può cambiare il nostro Paese? «Non lo so – esprime Ross - perché se si pensa al 2014 con Renzi, al 2018 con i 5 Stelle, adesso con la Meloni, sono tutte tre elezioni, fondamentalmente con un focus sui cambiamenti. Ma i governi uscenti non hanno cambiato, secondo il popolo, le cose. Io ho la mente aperta, vediamo, ma se non riscriviamo il nostro contratto sociale, se non ci sono i cambiamenti che chiede la piazza e il popolo, tra quattro anni ci sarà qualcun altro e sarà come le scorse elezioni».

Oggi si parla anche di rigenerazione urbana, di cambiamenti climatici, di rispetto dell'ambiente. Su cosa bisognerà puntare nei prossimi anni? «Il meteo del Nord Africa – ha detto Ross - è diventato il tempo della Sicilia, il tempo della Sicilia è diventato quello di Roma, e quello di Roma è diventato quello di Piacenza. Lo vediamo ogni giorno, il cambiamento climatico non è ipotetico. Ma non possiamo piangere sul latte versato. Dobbiamo fare delle cose difficili per avere prima di tutto un'autosufficienza energetica che deve essere sostenibile. Questo richiede secondo me il ritorno del nucleare, ma anche dell’idroelettrico, dell’energia solare. Non possiamo non sviluppare alternative».

Alec Ross all'assemblea di Confindustria Piacenza

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alec Ross: «Per l’autosufficienza energetica si prenda in considerazione il nucleare»

IlPiacenza è in caricamento