rotate-mobile
Economia

Apimell, Seminat e Buon Vivere: 20mila visitatori per l’edizione 2022

La tre giorni di Piacenza Expo dedicata al verde, alla natura e alle tipicità enogastronomiche ha chiuso infatti con un saldo di circa ventimila visitatori

Il positivo afflusso registrato nelle prime due giornate di Apimell, Seminat e Buon Vivere si è confermato anche nella terza e conclusiva giornata. La tre giorni di Piacenza Expo dedicata al verde, alla natura e alle tipicità enogastronomiche ha chiuso infatti con un saldo di circa ventimila visitatori, un dato giudicato molto positivamente dagli organizzatori in un momento ancora parzialmente condizionato dall’emergenza sanitaria. Molto seguiti e partecipati si sono rivelati anche i convegni organizzati dalle associazioni di categoria del mondo degli apicoltori. Convegni mirati non solo a far luce sulle ultime novità in tema di gestione ottimale e benessere dell’alveare, ma anche sui nuovi scenari per gli operatori professionali di questo comparto dell’agricoltura, reduce da alcune annate difficili. Sono stati illustrati e presentati i nuovi bandi regionali, nazionali ed europei - tra cui quello del Ministero delle Politiche Agricole per il Piano Apistico Nazionale - che prevedono sostegni, contributi e azioni per l’insediamento di nuove imprese in aree rurali, assistenza tecnica per le aziende, corsi di formazione, acquisto di presidi sanitari. Numerose anche le presenze registrate ai laboratori organizzati nell’ambito di Seminat - tra cui quelli del Centro di formazione “Tadini” di Gariga - sulle tecniche di potatura per piante da orto e da giardino con dimostrazioni pratiche, e sulle trasformazioni dei prodotti dell’orto e del frutteto. Gustosamente apprezzati gli assaggi che i visitatori hanno potuto effettuare nel Padiglione 2, interamente dedicato a Buon Vivere, in una sorta di viaggio tra i sapori che ha messo al centro le eccellenze enogastronomiche e i prodotti tipici, molti dei quali protetti da tutela, di dodici regioni italiane: dai cannoli siciliani ai salumi toscani, dai formaggi della Val Brembana alle verdure sott’olio della Calabria, dall’olio delle aree mediterranee ai prodotti da forno pugliesi, senza ovviamente dimenticare i vini dei Colli Piacentini. Mentre cala il sipario sull’edizione 2022 di Apimell, Seminat e Buon Vivere, Piacenza Expo è già al lavoro per l’organizzazione del prossimo appuntamento fieristico: il 19 e il 20 marzo, infatti, i padiglioni di Le Mose ospiteranno “Armi e Bagagli”, il più grande mercato europeo dedicato alla rievocazione storica che quest’anno sarà arricchito da tre eventi collaterali che sono “Piacenza Militaria”, “I coltelli” e Soft Air”.



Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Apimell, Seminat e Buon Vivere: 20mila visitatori per l’edizione 2022

IlPiacenza è in caricamento