Approvata la fusione tra Enìa e Iride e la sinistra si divide

Approvato dalla commissione consiliare sullo sviluppo economico il progetto di fusione tra Enìa e Iride con i soli voti del Partito democratico e di Per Piacenza con Reggi, ma i dissapori in maggioranza si sono fatti sentire

Foto di Davide Rovoni
Lunedì il provvedimento sarà votato dal Consiglio comunale, delegando così il sindaco Roberto Reggi nella prossima assemblea del patto di sindacato di Enìa, composto dai soci pubblici. "Entro la fine dell'anno lo stesso provvedimento", spiega l'assessore alle Partecipate Annamaria Fellegara, "sarà votato negli altri 72 comuni".

Fellegara ha così riassunto ai commissari i contenuti dell'accordo tra le due multiutility. "Iride incorpora Enìa, secondo un rapporto di 4,2 azioni ogni una: si definirà una nuova società e una diversa articolazione della società. Enìa avrà così il 34,8 percento, mentre Iride il 65,2 percento", ha detto.

Il progetto di fusione definisce il modello classico di governance, con un sistema tradizionale. Il Consiglio d'amministrazione avrà un certo numero di consiglieri espressione dei soci pubblici e altri come rappresentanti del mercato. La società nascente avrà il 38% di quote sul mercato. Secondo le normative attuali si stabiliranno tra i soci patti parasociali con l'impegno reciproco di mantenere quota pubblica. "Il patto di sindacato durerà per tre anni rinnovabili per altri due" ha affermato Selina Xerra di Enìa.

Le critiche sono arrivate più dal lato sinistro dell'aula che dal centrodestra. "Stavamo perdendo potere di controllo", ha affermato Carlo Pallavicini di Rifondazione "ma non ce ne siamo accorti. Iride nasce da fusione tra Aem di Torino e Amga di Genova, ma la presenza dei due Comuni è affidata a una finanziaria: si perde sempre di più il controllo da parte del pubblico sul nuovo soggetto". Scontato il voto contrario del consigliere del Prc, che avrebbe preferito un'aggregazione con Hera, "anche per mantenere uniformità legislativa".

Nel centrodestra Andrea Paparo (An-Pdl) ha annunciato che lunedì in aula non ci saranno "stampelle" per la maggioranza, mentre secondo Carlo Mazza (Misto), l'aumento delle tariffe in questi anni nonostante l'aggregazione in Enìa "non è un buon viatico".

Qualche dubbio anche nel Pd, con Giulia Piroli che ha chiesto di mantenere un controllo da parte del Consiglio sulle future attività. Il capogruppo del Partito democratico ha annunciato che lunedì in aula sarà presentato un'ordine del giorno in cui si chiederà di mantenere la maggioranza pubblica, la rappresentanza territoriale e gli aumenti delle tariffe contenuti.

Al momento della votazione non hanno partecipato al voto i consiglieri del centrodestra e Gianni D'Amo (Piacenzacomune), mentre ha votato contro Pallavicini e a favore gli otto commissari del Pd e di Per Piacenza con Reggi.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Ha una relazione con l'allieva, lei lo perseguita e lui la denuncia per stalking

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento