Approvato il bilancio della Camera di commercio con un avanzo di 266mila euro

Approvato all’unanimità il bilancio di esercizio della Camera di commercio

Approvato all’unanimità il bilancio di esercizio della Camera di commercio, che, come ha segnalato il Presidente Alfredo Parietti in apertura di seduta “presenta un risultato positivo per circa 266 mila euro, grazie ad un aumento dei proventi associato ad una riduzione degli oneri correnti e senza intaccare gli interventi sul territorio.” Due sono state le analisi presentate dal Dirigente dell’Area Economica Finanziaria Ivana Nicolini, il confronto tra il consuntivo 2016 ed il preventivo aggiornato dello stesso anno e quello tra il consuntivo 2016 ed il consuntivo 2015. I proventi correnti relativi al 2016 sono aumentati rispetto alle previsioni iniziali sia grazie ad un incremento del diritto annuale incassato che per effetto di maggiori contributi, legati alla realizzazione di progetti co-finanziati dal Fondo di perequazione camerale. La differenza è di circa 284mila euro. Sono altresì cresciuti gli introiti legati alla mediazione e all’arbitrato mentre si è verificata una leggera riduzione dei diritti di segreteria.

Gli oneri correnti hanno invece subito una riduzione di circa 150mila euro rispetto al preventivo aggiornato. Hanno concorso a questo risultato la riduzione degli oneri per il personale ma altresì degli oneri di funzionamento (risultato raggiunto nonostante sia stato effettuato un versamento di circa 180mila euro allo Stato, sulle riduzioni di spesa conseguite). Complessivamente i proventi correnti hanno raggiunto il valore di 5.170.615 euro a fronte di oneri correnti per 5.292.442 euro, a cui si sommano i risultati positivi della gestione finanziaria e di quella straordinaria . Il risultato positivo è tanto più significativo in quanto si è avuto in un anno in cui il diritto annuale è stato ulteriormente ridotto rispetto all’anno precedente.

Complessivamente sono stati utilizzati per interventi economici 674.323 euro. Le destinazioni più consistenti hanno riguardato gli interventi per lo sviluppo delle imprese (330mila euro), l’internazionalizzazione (69mila euro), l’agroalimentare (44 mila euro) e la promozione del territorio (82mila euro). Sono tutti migliorati gli indici economici impiegati per la valutazione della performance economica dell’ente. In particolare è aumentato il margine di struttura che misura la capacità di coprire gli investimenti con i mezzi propri e descrive quindi una Camera di commercio solida dal punto di vista patrimoniale. La chiusura è stata impiegata dal Presidente per ricordare che è aperto (fino al 18 maggio) un Bando che assegna contributi per progetti di impatto strategico sul territorio, chiusa la stagione degli interventi a pioggia “la Camera di commercio deve essere interprete dello sviluppo del territorio, puntando sulla crescita”. Il Segretario Generale Alessandro Saguatti ha invece illustrato il nuovo Regolamento per la gestione dei contributi, che ha riorganizzato la materia disciplinandola con maggiore chiarezza. Approvato all’unanimità anche questo documento di carattere generale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Piacenza e l'Emilia-Romagna in zona arancione: quello che c'è da sapere

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Irenfutura, 13 posizione aperte in Emilia per lavorare con Iren

Torna su
IlPiacenza è in caricamento