«Animali da reddito, il loro benessere migliora la qualità dei prodotti sulla nostra tavola»

Presentato il convegno "Benessere animali da reddito: percepito e reale" che si terrà venerdì 23 marzo alle 17,30 all'auditorium Sant'Ilario. Bertoni: tuteliamo animali e allevatori

La presentazione dell'iniziativa

«Maggiore è lo stato di benessere degli animali, maggiore è la qualità del prodotto che arriva sulle nostre tavole». Questo uno dei passaggi chiave della presentazione del convegno “Benessere animali da reddito: percepito e reale” che si terrà all’auditorium Sant’Ilario venerdì 23 marzo alle 17,30 con il patrocinio dell’università Cattolica, dell’amministrazione provinciale, del comune e della Banca di Piacenza.

All’incontro sono intervenuti Giuseppe Bertoni e Marilena Massarini, rispettivamente presidente e segretario dell’associazione Laureati in scienze agrarie e forestali di Piacenza, che hanno ringraziato l’amministrazione comunale per l’opportunità data all’iniziativa scientifica.

«Parlare di benessere degli animali oggi è più che mai doveroso, sia per l’atteggiamento romantico che, proponendo soluzioni poco credibili, rischia di peggiorare la situazione degli animali stessi e sia perché, a causa degli opposti estremismi, l’allevamento è reso quasi impraticabile con numerose conseguenze negative per l’uomo», spiega Bertoni. «Da un lato, quindi, è importante conoscere a fondo gli animali, quali sono le loro reali condizioni di benessere e quali sono gli strumenti che lo certificano; dall’altro, risulta altrettanto fondamentale conoscere le esigenze umane in termini di utilità ottenute grazie agli animali, comprendendo al tempo stesso la sensibilità di molti nei confronti di loro possibili sofferenze».

Marco Lucchini, presidente di Apl (Agri Piacenza Latte), ha inoltre voluto sottolineare come le regole che saranno applicate non possano fare altro che portare dei benefici ai consumatori, mentre Marco Delledonne dell’Ausl di Piacenza ha messo l’accento sul sempre crescente sentimento di tutela degli animali da parte dell’opinione pubblica, ricordando come la maggior parte delle normative di settore siano europee e settate prevalentemente sugli allevamenti nordici, meno intensivi rispetto a quelli italiani, aggiungendo che «più c’è benessere, meno c’è bisogno di farmaci» .

A concludere la presentazione è stato il vicesindaco Elena Baio che, nel sottolineare come il tema della protezione degli animali e degli allevamenti intensivi sia molto di moda, questi ultimi in particolare sono «un male che deve esistere» per tutelare la diversità alimentare di ognuno, nel rispetto di tutti.

Programma

Ore 17.30 Accoglienza

Ore 17.45 Introduce Prof. Giuseppe Bertoni Presidente ALSAF

Ore 18.00

"Approccio scientifico" - Prof. E. Trevisi U.C.S.C. di Piacenza

"Rapporto uomo animale, basi filosofiche" - Prof. G. Sali Università di Milano

"Cosa ne pensa l’allevatore" - Ing. M. Lucchini Presidente AgriPiacenza Latte

"Quali le implicazioni per la Sanità Pubblica" -  Dott. M. Delledonne Azienda Usl di Piacenza

"I diritti degli animali non umani" - Avv. E. Baio Vice Sindaco Comune di Piacenza

Ore 18.50 Domande dal pubblico e risposte-repliche dei relatori

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Il divieto di spostamento tra comuni non piace a nessuno: «Così non potranno vedersi genitori e figli»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento