Assicurazioni: al via la convenzione Coldiretti/Condifesa per la predispodizione del Pai

E’ stata attivata nei giorni scorsi la convenzione tra la Coldiretti ed il Consorzio di Difesa delle Produzioni agricole intensive in forza della quale verranno applicate ai soci del Condifesa di Piacenza, tariffe vantaggiose per la predisposizione del Pai

E’ stata attivata nei giorni scorsi la convenzione tra la Coldiretti ed il Consorzio di Difesa delle Produzioni agricole intensive in forza della quale verranno applicate ai soci del Condifesa di Piacenza, tariffe vantaggiose per la  predisposizione del Pai, il piano assicurativo individuale che da quest’anno è necessario ai fini della stipula di assicurazioni agricole a contributo.

Ad annunciarlo è Coldiretti Piacenza, nel sottolineare che lo strumento assicurativo risulta ancora più importante non solo contro i danni da maltempo ma anche per coprire i rischi connessi alle calamità naturali che purtroppo negli ultimi tempi sono sempre più frequenti. I danni ricadono pesantemente sui redditi aziendali e la polizza diventa uno strumento indispensabile per far fronte ai rischi. 

Con la programmazione del nuovo Piano di Sviluppo Agricolo Nazionale, sono state introdotte misure per la gestione di diversi fondi operanti a sostegno delle aziende che intendono assicurarsi: assicurazioni del raccolto, degli animali e delle piante, già operative e disponibili per le imprese interessate; fondi di mutualità e fondi per la stabilizzazione del reddito, che saranno resi operativi nei prossimi anni. I contributi messi a disposizione per il rimborso delle polizze hanno dunque un plafond dedicato di circa 1,7 miliardi per l’intero periodo di programmazione 2014-2020 e bisognerà predisporre una domanda di contributo a parte.

“Si ricorda, afferma Laura Barbieri, responsabile Caa di Coldiretti Piacenza, che solo per quest’anno è consentita la sottoscrizione delle polizze agevolate o dei certificati di adesione alle polizze collettive prima della sottoscrizione del Pai a patto che venga presentata la manifestazione d’interesse a copertura dei rischi prima della stipula e che venga comunque predisposto il Pai entro il 31 luglio 2016, pena la perdita del contributo.”

Per quanto riguarda i termini di sottoscrizione delle polizze, ricorda infine l’associazione, è stata concessa la proroga per uva, cereali e frutta, al 31 maggio 2016 insieme alle colture a ciclo primaverile; la scadenza per le colture a ciclo estivo, di secondo raccolto e trapiantate come pomodoro è invece fissata al  15 luglio mentre per le  colture a ciclo autunno invernale come scalogno e cipolla il termine per la stipula è il 31 ottobre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento