Attestato di Prestazione Energetica, a Piacenza costa 150 euro

In tutta la regione i costi sono superiori rispetto alla media nazionale. La città in cui si spende di più è Modena in cui i certificati energetici sono più cari con una spesa prevista pari a 170 euro. Piacenza segue al secondo posto con un costo medio di 150 euro

Se è vero che sono sempre di più le persone che scelgono quella che sarà la propria abitazione sulla base della prestazione energetica dell’immobile, è vero anche che la redazione di un Attestato di Prestazione Energetica ha costi diversi  a seconda della città in cui questo viene formulato. ProntoPro.it, primo sito del settore per numero di utenti che mette in contatto domanda e offerta di lavoro professionale e artigianale, ha realizzato uno studio in cui vengono confrontati i costi per la redazione del documento secondo cui in Emilia Romagna il costo medio regionale di un certificato energetico equivale a 142 euro*, ma con importanti variazioni a seconda della città in cui si trova l’immobile da certificare. 

«Il cliente, oggi, è molto più attento alla certificazione energetica rispetto al passato, in quanto ha compreso l’influenza della prestazione energetica per il reale risparmio sulle spese della propria abitazione». sottolinea Marco Ogliengo, amministratore delegato di ProntoPro.it. «A fronte di un mercato in cui i costi per l’Attestato di Prestazione Energetica sono in crescita, il nostro portale permette di confrontare i preventivi di numerosi certificatori e scegliere in piena autonomia» dichiara. 

Se nel resto d’Italia per la redazione di un attestato di prestazione energetica si spendono in media 120 euro, analizzando le cifre richieste nelle varie province, a saorpresa emerge che la città in cui si spende di più è Modena in cui i certificati energetici sono più cari con una spesa prevista pari a 170 euro. Piacenza segue al secondo posto con un costo medio di 150 euro e in classifica al terzo posto si trova Rimini con una media di poco inferiore dato che si risparmiano solo 2 euro rispetto a Piacenza. 

La città di Forlì-Cesena vince il primato della convenienza in Emilia: qui per un certificato energetico si spendono “solo” 125,00 euro.  L’importanza dell’Attestato di Prestazione Energetica (APE) è determinata dalla necessità di attestare la prestazione e le caratteristiche energetiche di un edificio, in modo da consentire al cittadino una valutazione di confronto di tali caratteristiche rispetto ai valori di riferimento previsti dalla legge. A questo scopo, il certificatore energetico deve essere un tecnico abilitato, che una volta calcolato l’indice di prestazione globale dell’immobile mediante opportune procedure software, potrà formulare delle raccomandazioni tecniche volte a migliorare le prestazioni dell’unità immobiliare e il periodo di ritorno dell’investimento.  A questo scopo è indispensabile che il professionista effettui un sopralluogo per la redazione del documento la cui importanza è determinata dal fatto che in caso di mancata allegazione il contratto nella sua interezza potrebbe non essere effettivo.  In caso di nuovo contratto di locazione, il proprietario che viola l’obbligo è punito con una sanzione amministrativa che va dai 300 ai 1.800 euro, in caso di vendita invece la sanzione sale dai 3.000 ai 18.000 euro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento