Attivita' produttive, da marzo autorizzazioni e concessioni on line

Focus group nel pomeriggio a palazzo Garibaldi con gli operatori di settore. L'assessore Paparo: "Grande lavoro con i Comuni, tutto sarà più semplice, più veloce e più "snello". Ora informativa e confronto"

Da marzo partirà lo “Sportello Unico per le attività telematiche”, il nuovo strumento previsto dal ministero per attivare tramite internet le pratiche autorizzative e concessorie nelle pubbliche amministrazioni. In un primo momento la piattaforma necessiterà di una registrazione iniziale presso gli uffici competenti, ma con i nuovi strumenti della firma digitale e della carta d'identità elettronica sarà possibile ottenere via web anche gli estremi per gli accessi.

IL PROGETTO - Ad annunciare l'imminente rivoluzione telematica è stato, questo pomeriggio a palazzo Garibaldi, l'assessore provinciale Andrea Paparo (Innovazione Tecnologica), affiancato dal dirigente Enrico Scarpa che ha mostrato a esponenti delle associazioni di categoria e operatori del settore (primi e principali fruitori) tutti i dettagli del neonato servizio, tecnologia acquisita dal progetto “Riuso Ali Rilander”, cofinanziato dal DigitPa (ministero della Funzione pubblica).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

IL PROCEDIMENTO - In particolare, partendo da un ambiente di prova, si sono mostrati – a titolo esemplificativo – i nuovi procedimenti per effettuare le richieste di autorizzazione per l'erogazione del servizio notturno di distribuzione carburanti. Grazie alla nuova piattaforma in pochi passaggi si ottiene il modulo desiderato, con tutti i campi necessari. A quel punto basta compilarlo e inviarlo per dare corso alla pratica autorizzativa. “Lo Sportello Unico per le attività produttive era previsto dal 1998 – ha spiegato l'assessore Paparo –. La recente normativa ha semplificato e riordinato lo strumento. In Emilia Romagna il progetto rientra nel più vasto orizzonte della Community Network. Abbiamo lavorato molto con i Comuni per risolvere i problemi tecnici di sviluppo della tecnologia, ora non ci resta che formare all'utilizzo della nuova piattaforma”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento