Bail-in, Sforza Fogliani: "Ha provocato disastri ancora prima di entrare in vigore"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPiacenza

“La richiesta del Vice Direttore generale di Banca d’Italia Fabio Panetta per una revisione del bail-in in particolari casi trova la nostra piena condivisione, così come la riflessione del Responsabile economia del PD, Filippo Taddei. Il bail-in ha provocato disastri e sfiducia ancor prima di entrare in vigore. I risparmiatori non hanno bisogno di allarmismo con la prospettazione di eventualità remote, hanno bisogno del contrario: di iniezioni di fiducia. E anche solo parlare di sospensione in particolari casi di questa normativa è un’iniezione di fiducia. Sottolinea, tra l’altro, che l’Europa non ha scoperto proprio niente, come ha detto anche il Ministro Padoan, perché la liquidazione coatta amministrativa per la banche è sempre esistita. È poi la filosofia dell’Europa e del bail-in che va rivista perché essa si fonda sulla sola preoccupazione di proteggere i conti pubblici in quanto tali (non, i contribuenti), così finalmente distorcendo l’attenzione dalla necessità di tenere sotto controllo i conti pubblici di qualsiasi genere con un’oculata e finora seguita più che altro a livello nazionale, politica di controllo della spesa”.

Torna su
IlPiacenza è in caricamento