Banco Bpm interviene a favore delle aziende agricole di Piacenza colpite dalla siccità

Stanziato un plafond di 10 milioni di euro a favore delle imprese agricole delle due province

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPiacenza

La crisi idrica che ha colpito le Province di Parma e Piacenza sta causando danni molto gravi alle aziende agricole attive nella zona. Per questo Banco BPM ha deliberato lo stanziamento di un plafond pari a 10 milioni di euro, riservato alle aziende delle province di Parma e Piacenza, da utilizzare per finanziamenti a breve termine, a tassi di particolare favore e nelle forme tecniche di cambiale agraria e credito verde, finalizzati al sostegno delle spese di conduzione straordinarie (il cosiddetto “credito di soccorso”), all’anticipo di contributi pubblici e all’anticipo danni da parte delle assicurazioni. Inoltre, a valere sul plafond potranno essere erogati finanziamenti a medio – lungo termine per investimenti in attrezzature e tecnologie finalizzate al risparmio idrico. I contatti e le relazioni che da sempre Banco BPM mantiene con imprenditori e le associazioni di categoria dei territori in cui è presente hanno consentito di cogliere l’entità dei problemi che la perdurante siccità sta creando in vaste zone. Banco BPM, infatti, è da sempre al fianco degli agricoltori e degli imprenditori del settore primario con una serie di soluzioni pensate proprio per far fronte ad esigenze impreviste come quelle provocate dalle avversità atmosferiche che possono causare danni notevoli alle colture in genere. Il personale e le filiali di Banco BPM dell’area affari Parma e Piacenza sono pronti ad assistere gli agricoltori che hanno subito gli effetti della siccità con soluzioni adeguate per ogni situazione specifica. Per conoscere la filiale più vicina è possibile consultare il sito www.bancobpmspa.com nella sezione contatti/trovaci.

Torna su
IlPiacenza è in caricamento