Barbieri a Bonaccini: «Elezioni consortili da rimandare»

Il sindaco di Piacenza scrive al presidente della Regione: «Non ci sono le condizioni per votare in sicurezza»

Patrizia Barbieri

Anche il sindaco di Piacenza Patrizia Barbieri chiede il rinvio delle elezioni consortili. Lo fa scrivendo al presidente della Regione Stefano Bonaccini. «Come certamente saprai – è il contenuto della lettura inviata a Bonaccini da Barbieri - nei giorni 13 e 14 dicembre 2020 sono indette le elezioni per il rinnovo degli organi del Consorzio di Bonifica. In ragione  del carattere particolarmente diffusivo dell’epidemia  nella nostra Regione, è stata assunta dal ministro della Salute, l’ordinanza del 13 novembre 2020: le prescrizioni nella stessa contenute in vigore fino al 3 dicembre 2020, con le limitazioni - ad esempio - degli spostamenti dei cittadini da comune a comune della stessa provincia, interferiscono pesantemente, quando non in modo preclusivo, sul coretto svolgimento del procedimento ed elettorale sia per quanto riguardo la sottoscrizione da parte dei consorziati delle liste elettorali, sia per quanto riguarda la correlata attività di proselitismo. Da ultimo, ma non certo per importanza, non paiono sussistere  le condizioni per un esercizio del diritto di voto in condizione di massima sicurezza sotto il profilo sanitario. Alla luce di quanto evidenziato sono a chiederti nella veste non solo di sindaco e presidente della Provincia, ma anche di autorità sanitaria locale, di valutare il possibile rinvio a data da destinarsi della consultazione elettorale oggetto della presente, come peraltro disposto dal Governo per quanto riguarda ad esempio l’elezione dei presidenti della provincia e dei consigli provinciali».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento