Benefici fiscali con il 730, cambia il modo per averli. Esempi e vademecum a cura della Cisl

Dal 1 gennaio 2020 le spese detraibili con la dichiarazione dei redditi 2021 non possono più essere pagate in contanti, ma solo con metodi di pagamento tracciabili

Dal 1 gennaio 2020 le spese detraibili con la dichiarazione dei redditi 2021 non possono più essere pagate in contanti, ma solo con metodi di pagamento tracciabili: bancomat, carte di credito, debito e moneta elettronica, bonifico bancario o bollettino postale, assegno. La copia della ricevuta di pagamento va conservata insieme alla fattura. Il conto va intestato alla persona che detrarrà la spesa. Sia il servizio fiscale Caf Cisl, che l'associazione di consumatori Adiconsum, ritengono opportuno fare presente alcune precisazioni a tutela dei contribuenti. Le spese sanitarie sono detraibili solo con pagamento tracciabile, se la prestazione sanitaria è resa da medici o professionisti "privati" che NON rientrano tra le prestazioni rese dalle strutture pubbliche o da strutture private accreditate al Servizio sanitario nazionale.

Esempi: prestazioni rese da un medico generico; visite di un medico specialista; spese di degenza, spese per trasporto in ambulanza; prestazioni rese da psicologi e psicoterapeuti per finalità terapeutiche, da biologi nutrizionisti, prestazioni rese da personale in possesso della qualifica professionale di addetto all’assistenza di base o di operatore tecnico assistenziale esclusivamente dedicato all’assistenza diretta della persona; spese di assistenza infermieristica e riabilitativa (es.: fisioterapia, kinesiterapia, laserterapia, ecc.);spese per fisioterapia e dietista, massofisioterapia, mesoterapia e ozonoterapia; prestazioni chiropratiche; prestazioni specialistiche, comprese perizie medico legali, visite assicurative, visite sportive e di rinnovo patente; controlli ordinari sulla salute della persona, ginnastica di riabilitazione degli arti e del corpo.

Infatti l'unica eccezione alla tracciabilità dei pagamenti riguarda le spese per medicinali e dispositivi medici e le prestazioni di strutture del SSN (pubbliche o accreditate). Esempi di spese con pagamento in contanti: siringhe, termometri, apparecchi per misurazione pressione, test di gravidanza, cerotti, bende, garze e medicazioni avanzate, medicinali, farmaci, medicinali omeopatici, farmaci da banco, dispositivi medici. Lenti a contatto e soluzioni per lenti a contatto; apparecchi per la misurazione della pressione arteriosa, pannoloni per incontinenza; prodotti ortopedici (ad es. tutori, ginocchiere, cavigliere, stampelle e ausili per la deambulazione in generale ecc.);ausili per disabili (ad es. cateteri, sacche per urine, padelle ecc..); prodotti per dentiere (ad es. creme adesive, compresse disinfettanti ecc.).

Ci sono poi altre spese per cui scatta questo nuovo obbligo. Sono gli interessi per mutui ipotecari per acquisto immobili; le spese per istruzione; le spese funebri; quelle per l'assistenza personale; per attività sportive per ragazzi; per intermediazione immobiliare per l’acquisto prima casa; per canoni di locazione sostenute da studenti universitari fuori sede; erogazioni liberali; quelle relative a beni soggetti a regime vincolistico; le spese veterinarie; i premi per assicurazioni sulla vita e contro gli infortuni; le spese sostenute per l’acquisto di abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale, oltre alle spese sanitarie come specificate nel capitolo dedicato. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fanno eccezione, cioè la disposizione non le riguarda, le agevolazioni previste dall’art. 10 del TUIR (Oneri deducibili), e dall’art. 16 (Detrazioni per canoni di locazione). Come CAF Cisl è stata avviata una intensa attività nei confronti dell’Agenzia delle Entrate e del Ministero delle Finanze al fine di ottenere tutti i chiarimenti necessari che consentano, da un lato una gestione “normale” della campagna fiscale 2021, dall’altro di salvaguardare il diritto dei cittadini a fruire delle agevolazioni fiscali previste dalla vigente normativa.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scandalo Levante, indagato il colonnello dell'Arma Corrado Scattaretico

  • Rissa al Tuxedo, parla il gruppo dei campani: «Noi offesi, minacciati e insultati»

  • Calvino e Don Minzoni: due fratelli positivi al Coronavirus, isolate 54 persone

  • «Ritrovo di pregiudicati», il questore chiude il bar Baraonda: «Pericolosità sociale»

  • Muore schiacciato sotto un trattore a Ferriere

  • Litiga con un uomo e lo minaccia con un coltello, titolare di un bar lo disarma

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento