Bilancio di fine anno della guardia di finanza: 106 milioni di euro evasi

Risultati 2009 del comando provinciale della guardia di finanza. 106,3 milioni di euro di basi imponibili sottratte a tassazione, con un incremento rispetto all'anno scorso del 19%; scoperto uno "zoccolo duro" di 24 evasori totali; 63 persone denunciate - 2 arrestati - per reati fiscali. Il comandante De Panfilis: «Si è svolto un lavoro di grande qualità»

L'incontro stamane: nel mezzo, il colonnello de Panfilis
Nel 2009, la guardia di finanza di Piacenza ha constatato circa 106,3 milioni di euro di basi imponibili sottratte a tassazione, con un incremento rispetto all'anno precedente di circa il 19% e 26,2 milioni di euro di Iva evasa con un aumento rispetto al 2008 del 3%.

«UN LAVORO DI GRANDE INTENSITA'» - Sono questi alcuni dei risultati conseguiti dalle fiamme gialle piacentine nell'anno in corso, presentati questa mattina alla stampa nei tradizionali auguri di fine anno. «Abbiamo lavorato con grande intensità - sottolinea il comandante provinciale, il colonnello Maurizio De Panfilis - nonostante, di fatto, grosse carenze di organico. Il lavoro svolto è di qualità». Gli obiettivi prioritari sono stati due: prevenire e reprimere l'evasione e l'elusione fiscale in tutte le loro manifestazioni e contrastare gli illeciti in materia di spesa pubblica, mercato dei capitali e dei servizi.

SCOPERTI 24 EVASORI TOTALI - Ecco nel dettaglio alcune voci. Sono stati scoperti 25 evasori di cui 24 totali e uno paratotale (qui in diminuzione rispetto allo scorso anno): l'imponibile sottratto alle tasse è di 49 milioni di euro mentre l'Iva è di 5,5 milioni di euro. Lotta anche al lavoro nero: nel corso dei controlli sono stati scoperti 105 lavoratori irregolari, con l'11% in più rispetto al 2008.

63 PERSONE DENUNCIATE - Significativo e in costante aumento il dato dei reati fiscali accertati: 63 persone denunciate (+90%) e due arrestate, per i più svariati delitti tributari, dalla omessa presentazione delle dichiarazioni dei redditi e dell'Iva, all'emissione di fatture per operazioni inesistenti e, soprattutto, per occultamento o distruzione delle scritture contabili.

SCONTRINI - Al vaglio anche i tradizionali controlli strumentali: sono state effettuate 2.569 ispezioni finalizzate al riscontro del rilascio degli scontrini: le mancate emissioni da parte degli esercenti sono state 660, pari al 25,7%. Intervento, poi, anche nell'ambito di contrasto delle frodi nel settore petrolifero. Le fiamme gialle, infatti, hanno individutato un'associazione a delinquere tesa all'introduzione e alla vendita di oli lubrificanti in totale evasione dell'imposta di consumo.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Sbanda con l'auto e si ribalta, è grave

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento