Martedì, 21 Settembre 2021
Economia

Bollette e trasporti, stangata in arrivo per i piacentini

Ecco un vademecum per risparmiare

La stangata è servita. E i consumatori sono ‘sotto attacco’ da ogni fronte. Le prossime bollette di luce e gas per i piacentini saranno salate. I rincari scattati dal 1° luglio scorso, infatti, fanno tremare il portafoglio: + 9,9 % per la tariffa dell'elettricità e + 15,3% per il metano. Conti alla mano, e considerando i rincari dei mesi precedenti, per una famiglia piacentina tipo l’aggravio a fine anno sarà di circa 220 euro in più rispetto al 2020. Stesso problema sul fronte carburanti dove continua la corsa al rialzo con prezzi che in modalità ‘self-service’ della benzina superano ampiamente quota 1,65 euro al litro, mentre quello del diesel ha raggiunto la vetta di 1,508 euro al litro. E che dire dei trasporti? I prezzi di quello marittimo (dati Istat) segnano un +24,7% rispetto a giugno e +18,2% rispetto a luglio 2020, mentre i voli nazionali un pesante + 17% se confrontato sempre con giugno. U.Di.Con. Emilia-Romagna è da sempre attenta alle ‘distorsioni’ del mercato, che non fanno altro che mettere in difficoltà i consumatori, molti dei quali già messi in ginocchio per le conseguenze di questa fase pandemica. Sono tanti i cittadini che si rivolgono ai nostri sportelli per chiedere spiegazione di questi aumenti e qualche consiglio per arginare la stangata. Esistono alcuni accorgimenti che possono aiutare a contenere, in particolare, i salassi in bolletta, soprattutto in queste settimane calde. 

Eccone alcuni:

1) Spesso si usa il condizionatore in maniera sbagliata. La prima cosa da fare, nel caso si possegga un apparecchio un po’ datato, è acquistare un condizionatore di classe A++, il quale permette di ridurre il consumo di energia e, dunque, i costi in bolletta. Per comprarlo si può approfittare di una delle agevolazioni statali attualmente in vigore.

2) Altro consiglio, legato sempre al condizionatore, è il suo posizionamento: per risparmiare, infatti, si consiglia sempre di collocare l’apparecchio in alto, considerato che l’aria fredda tende a scendere, si tratta della posizione migliore in assoluto.

3) Si può risparmiare in bolletta anche optando per soluzioni naturali, che possono aiutare a rinfrescare casa senza l’uso del condizionatore. Tra queste c’è l’uso di tapparelle e tende, che proteggono dal sole e dall’afa nelle ore più calde della giornata, consentendo di lasciare fresche le stanze della propria abitazione.

4) Accendere le lampadine il meno possibile e sfruttare la luce naturale. Per ridurre ulteriormente gli sprechi, è consigliabile utilizzare le luci a Led sostituendole a quelle alogene o fluorescenti, consumando così circa il 90% in meno nel primo caso, e intorno al 66% in meno nel secondo.

5) Molti elettrodomestici e dispositivi elettronici consumano energia anche quando non sono in funzione, incidendo sui consumi dal 10 al 16%. E’ consigliabile collegare tali dispositivi, dal televisore al pc, ad una presa multipla dotata di interruttore che, una volta spenta, toglie completamente l'alimentazione a tutti gli apparecchi che vi sono attaccati.

6) Un’altra mossa saggia può essere quella di verificare il tipo di contratto di fornitura energia e gas attivo, confrontandolo con altre offerte e individuare alternative più adatte alle esigenze e abitudini di consumo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bollette e trasporti, stangata in arrivo per i piacentini

IlPiacenza è in caricamento