rotate-mobile
La nota

Bonus affitto, pochi fondi e polemiche sui documenti

Su 2313 domande riceveranno aiuti solo 1019 famiglie. Sunia Cgil: «Rischio marginalità sociale»

Graduatorie bonus affitto 2022 del comune di Piacenza, sono 2313 le famiglie che hanno presentato domanda per ricevere un aiuto per pagare l’affitto: accolte 1872 domande inserite in graduatoria. Tuttavia, coloro che riceveranno materialmente l’aiuto sono 1019 famiglie mentre le altre, pur entrando in graduatoria, non saranno “coperte” dal milione e 300mila euro che la regione ha messo a disposizione per il comune capoluogo.

Polemica sulle 440 domande respinte, come spiega Luciano Badiini del Sunia Cgil di Piacenza, sindacato inquilini ed assegnatari casa. «Da un’analisi che abbiamo fatto come Sunia, di queste oltre 400 domande respinte circa 165 avrebbero, a nostro avviso, diritto ad entrare in graduatoria. Il punto è semplice: il comune di Piacenza inserì tra i documenti necessari per presentare la domanda, una clausola negativa – spiega il Sunia - ossia una dichiarazione del padrone di casa del tutto inutile e che a nostro avviso ha precluso queste domande».

Tanti, in ogni modo, i nuclei famigliari esclusi. «La proposta che facciamo al comune di Piacenza è quella di intervenire direttamente su coloro che sono stati ammessi in graduatoria ma non riceveranno un euro. E’ evidente che si tratta di famiglie che hanno bisogno un aiuto per pagare l’affitto di casa - spiega Badiini - venire incontro a queste famiglie riduce i rischi di una morosità incolpevole che provoca una reazione a catena che può spingere intere famiglie ai margini della società».

Bando affitti 2023: da 2 a 7 milioni la capienza del fondo

Ed è già tempo del nuovo bando affitti 2023 che nei giorni scorsi, grazie a un incontro tra Regione Emilia-Romagna e sindacati inquilini, tra cui Sunia, è stato definito. Dall’incontro tra regione e sindacati inquilini la notizia positiva è questa: la regione ha aumentato la capacità del bando: ai 2 milioni già decisi ne sono stati aggiunti altri 7 per un totale del bando regionale contributi affitti 2023 di 9 milioni di euro. La suddivisione su base provinciale verrà resa nota tra settembre e ottobre prossimi mentre spetterà all’assemblea regionale convocata ai primi di luglio ratificare lo schema del bando che potrebbe dare respiro alle numerose famiglie piacentine in difficoltà sul tema casa.

Il Sunia di Piacenza «invita caldamente il comune di Piacenza a non ripetere gli errori del passato inserendo documenti aggiuntivi rispetto allo schema regionale del bando affitti, una dinamica vista solo a Piacenza: non abbiamo notizie, infatti, che in regione ci siano altri enti locali che per l’accesso al contributo affitto chiedono documenti di quel genere al padrone di casa. Tant’è che le domande non accettate sono state molto di più a Piacenza che altrove».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonus affitto, pochi fondi e polemiche sui documenti

IlPiacenza è in caricamento